MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Generazione (A)

Zam Occupa lo Spazio Forma (che il Comune aveva lasciato chiudere)

| domenica 28 settembre 2014

bellizam

by Will Squat Urass

A due mesi dallo sgombero di Via Santa Croce, dopo una TAZ in via Olgiati e una biciclettata tra gli spazi sgomberati da questa giunta, a poco più di una settimana dalla nuova occupazione dei fratelli e dellesorelle del Lambretta, Zam riprende finalmente casa, nello Spazio Forma in piazza Tito Lucrezio Caro (zona Tabacchi-Ticinese). Esatto proprio nell’unica galleria d’arte fotografica a Milano che il Comune aveva lasciato colpevolmente chiudere, quando l’ATM aveva reclamato i locali (per lasciarli vuoti, ovviamente).

zamfashion9_5017237141177453493_n

L’occupazione è stata preceduta da una raffinata campagna di comunicazione intitola SPAZI, che ritraeva diverse attiviste e attivisti in pose riot & fashion su false copertine di fashion magazines, facendo il verso alla settimana della moda che ogni sei mesi torna a fracassarci le scatole a Milano. La campagna di subvertising è culminata in un tappeto rosso srotolato in piazza Sant’Eustorgio (prospiciente la vecchia ubicazione di Zam), che è stato calcato dalle attivisti e gli attivisti antifashionisti, prima di muovere tutti in corteo verso piazza Tito Caro (fra via Col di Lana e via Tabacchi) – dove il più importante centro sociale di Milano ha ritrovato casa, reclamando uno spazio strappato alla classe precaria e creativa dall’ignavia e dall’idea conservatrice di cultura che regnano a Palazzo Marino.

Lunga vita a Zam nella nuova sede e in ogni altro spazio la sua eresia urbana deciderà di materializzarsi. Un buon giorno per gli spazi sociali, sempre più lontani dalla giunta Pisapia che ha ormai abbandonato la gioventù di sinistra che l’aveva votata.

muhlby