MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Sub/Culture

Vicolo Stretto

| venerdì 3 agosto 2012

Il mese di Agosto a Milano è come il vicolo Stretto del Monopoli: non serve a un cazzo, tutti lo snobbano, eppure ci devi passare per forza. Trovare della buona musica in giro per la città è un’impresa senza speranze. Meglio stare a casa, accendere il ventilatore e sentirsi un bel disco, magari qualcosa di energico se nel frattempo si guardano le olimpiadi, unico antidoto alle pallosissime ore di diretta della scherma. Oppure andare ai cinema all’aperto, a pedalare al tramonto, a bere e scopare nei parchi. Al massimo prendere a testate un muro, se proprio si sente la necessità di un forte ronzìo nelle orecchie. Meglio sarebbe, ovviamente, andarsene, ma per chi resta qua ancora qualche piccola opportunità resta.

Anzi, succede che tutto d’un tratto spunta dal nulla il festival “Voci dal Mondo”, graditissima joint-venture tra Comune e Regione che riempirà il Castello Sforzesco per una settimana, portando in città, aggratis, alcune proposte assai interessanti da altri continenti. Si parte sabato 4 con la reginetta della musica maliana Rokia Traorè, si passa per l’anonimo soul di Buika il giorno successivo e si approda al piatto forte di lunedì 6, quando sul palco salirà Trilok Gurtu, leggenda assoluta delle percussioni con un curriculum sconfinato che abbraccia la musica a 360°, dalla Mahavishnu Orchestra a Celentano, da Zawinul a Robert Miles…
Per il secondo highlight del festival bisogna aspettare giovedì 9 (in mezzo passano l’incantevole Angelique Kidjo e i preistorici Skatalites), serata in cui il palco andrà allargato per accogliere l’intera ghenga degli Staff Benda Bilili, una banda di musicisti di strada partiti dalla povertà e dalla violenza della polvere di Kinshasa ed arrivati a conquistare il mondo a ritmo di afro-rumba. Imperdibili. Chiuderanno il festival due serate al femminile con il fado di Ana Moura e il pop lirico di Noa.

Non è che ci sia solo questo festival nell’inizio di agosto, sia chiaro, ma il resto sono segnalazioni sparse. C’è da sculettare con il surf-punk dei Rock’n’roll Kamikazes, domenica 5 al Live Forum (Assago); ci sono le dj-session del giovedì alla Triennale, il 9 agosto tocca all’IDM di Railster. C’è la festa di Radio Onda d’Urto a Brescia, che un tempo era la granitica certezza d’estate ma ormai sembra rassegnata anch’essa al pervasivo “pop di sinistra” da cui non si trova più scampo; qualcosa di buono comunque lo si salva ancora: Ettore Giuradei, ad esempio, esponente della nuova canzone d’autore italiana (da ieri, purtroppo, orfana di Lucio Quarantotto) che si esibirà mercoledì 8, il giorno prima di Caparezza, in attesa del ritorno della mitica oi!-band degli Erode, che darà fuoco a Brescia domenica 12.

Di mezzo c’è tempo per un pisolino, perchè in fondo l’estate è tempo di relax, e con questo caldo tanto vale ridurre i movimenti (e la sudorazione) al minimo. Venerdì 10 torna lo sleeping concert alla Cascina Torchiera (a posti limitati), da mezzanotte a mezzogiorno, si stendono materassini e cuscini e ci si assopisce lasciando ai musicisti in consolle (a034, Max Viel, Nachtwandler, Dj Fuco & altri) il gravoso compito di guidare l’inconscio degli ascoltatori lungo le strade dei sogni…