MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Smogville

Trotto e Scuderie: Soprintendenza nega il vincolo, ruspe pronte

by Stefo Mansi | giovedì 20 aprile 2017

E’ estesa di più di 100.000 mq l’area a rischio bitume a San Siro. La decisione della Soprintendenza del 18.4.2017 di negare il vincolo alle aree, richiesto da Italia Nostra (il secondo No alle richieste di protezione paesaggistica dopo quello del Monte Stella…) sancisce il via libera agli abbattimenti di palazzine ed edifici , che rappresentano un ‘unicum’ per Milano. L’area, costruita a partire dalla fine dell’Ottocento e ampliata più volte nel corso dei primi decenni del ‘900, forma un complesso di beni, aree prative, alberi di alto fusto di notevole valore paesaggistico, specie in una realtà come quella milanese che soffoca di palazzoni e cemento in stile Portello.

La proprietà a cui le aree (ippodromo del Trotto e scuderie di via Capecelatro) sono state cedute (leggasi regalate tramite privatizzazione ad hoc) è la SNAI, che oggi opera, tramite società collegate, nell’ambito più vasto del gioco d’azzardo e delle scommesse on line. Il PGT De Cesaris-Pisapia ha incluso l’area nell’ambito A.T.U. quello a più alto indice edificatorio (fatevi un giro a Casa Milan per capirne gli effetti), ambiti di trasformazione urbana che si addicono più a una fabbrica dismessa piuttosto che ad un area che oltre a pregevoli palazzine in stile inglese del primo Novecento racchiude 500 alberi di alto fusto e più di 40.000 mq di aree libere da cemento e prative. A cercare di fermare la speculazione galoppante c’è il Comitato Trotto Bene Comune, che coinvolge i cittadini dei quartieri limitrofi al quartiere ippico: San Siro Trenno Gallaratese, e i reduci delle lotte per impedire la expodevastazione del Parco di Trenno, minacciata dallo scolo di cemento delle Vie d’acqua. Un avvio delle opere sull’area metterebbe a rischio i fragili equilibri delle scuderie ancora esistenti, pregiudicando completamente l’unità paesaggistica e culturale dell’enorme spazio, che va dalla pista Maura al lato del Parco di Trenno fino a Lotto, che il Comune di Milano ha scelto di non inserire nemmeno tra gli ambiti sensibili del piano di governo del territorio. Assemblea cittadina all’aperto nel parcheggio di via Pessano, sabato 29 aprile alle ore 15. Il fronte-San Siro è ufficialmente aperto. Vedremo se sarà la prima tegola sulla strada dell’ex supermanager di Expo.