MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Bicicrazia

Suicidal Tendencycle.

| martedì 3 luglio 2012

E’ scoppiata l’estate e fa un caldo da morire. No cari lettori, non preoccupatevi, non sto cercando di emulare un servizio di studio aperto, stavo solo riflettendo profondamente su diversi temi, cose leggere, niente di complicato, le solite cose: una vacanza cicloturistica, pedalare sotto il Solleone, lungo una via del mare spinti dal vento con accanto il volo geometrico dei gabbiani, o sfidando la gravità, tanto per rischiare una morte violenta, lungo un crepaccio a duemila metri di altezza con accanto il volo venatorio delle aquile; le solite cose insomma. Le città vuote, ragazze seminude con gonne svolazzanti in sella a selle che ne hanno viste di tutti i colori, l’asfalto che si attacca sotto le gomme, la ricerca di emozioni estive, ingenti quantità di acqua e birra, di birra, di birra e poi ancora di birra, la voglia di andare lontano con la propria bici per non morire di caldo in città, perché fa un caldo da morire e noi non vogliamo morire di caldo, noi la morte vogliamo andare a cercarcela, in sella alla bici. Per questo l’idea di questi ragazzi di andare a fare un pic-nic lungo il percorso di sei chilometri che si snoda sulla gola di Garnitzen, in Austria, non è male, un’iniezione di adrenalina dritta all’encefalo, una partita a scacchi con la vecchia signora vestita di nero, una roba da non fare da ubriachi, forse una roba da non fare proprio. Io in ogni caso progetti per questa estate non ne ho ancora, e se mi va male con troppe cicliste, se troppa birra mi spingerà a provocare la sorte, se sentirò le mie ruote bramare energie fatali  alla ricerca dell'”onda “perfetta, allora mi sa che forse un salto in Austria ce lo faccio anche io.

Il video della passeggiata spezza collo via YouTube.

PennyMarker.