MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Generazione (A)

SottoMilano – Guida Underground alla Città

| lunedì 15 dicembre 2014

sottomilano

SottoMilano: una guida underground alla città
Con piacere ospitiamo su MilanoX l’autopresentazione di “SottoMilano, guida underground alla città” a cura di uno degli autori. Si tratta dell’ultima fatica editoriale in ordine di tempo di quelli dello Spazio Ligera, che è tante cose diverse in una: enoteca, spazio culturale, sala concerti, luogo dove riunirsi e, dal 2011, anche un po’ casa editrice. E tutto questo, per scelta e convinzione, in via Padova, una delle tante periferie di Milano, anzi, proprio quella che Salvini e De Corato nel 2010 maltrattarono con il loro folle coprifuoco. SottoMilano è stata concepita e prodotta in periferia ed è quello il punto di vista con cui guarda alla città. A noi piace l’idea e lo spirito del progetto, per il resto giudicate voi se deciderete di procuravi una copia.
Luciano Muhlbauer

******************************

Ligera Edizioni, un piccolo progetto editoriale indipendente nato all’interno dello Spazio Ligera di via Padova, dopo tre pubblicazioni tutte incentrate sul quartiere con SottoMilano ha allargato lo sguardo a tutta la città SottoMilano è in primo luogo una guida a Milano nei suoi angoli più remoti e meno esplorati, un dettagliato e mirato elenco dell’offerta culturale “dal basso”, fatta da realtà indipendenti, spesso periferiche, a volte marginali. ‘E il racconto di una città anche per molti milanesi inedita, che appare più viva e succulenta rispetto alla città dei “luoghi comuni”. Quattro autori hanno curato quattro distinte sezioni, Daniela Ambrosio arti visive, Ivan Guerrerio cinema, Federico Riccardo Chendi musica, Riccardo Bernini teatro. SottoMilano è una guida narrativa, un racconto sotto forma di guida, che ci porta a conoscere meglio, e in alcuni casi a rintracciare un filo rosso, fra iniziative e luoghi apparentemente lontani, non solo fisicamente, fra loro. La Milano “ufficiale” forse non è pronta per l’Expo, probabilmente è molto più provinciale di quanto voglia fa sembrare, ma quello che salverà la manifestazione sarà proprio il fatto che alla fine ci sono una miriade di realtà che da sole, senza il sostegno delle autorità, fanno ogni giorno, e ogni notte, degli eventi culturali di qualità. Emerge prepotente il fatto che “piccolo” “autoprodotto” “indipendente” non sia affatto sinonimo di bassa qualità, ma semmai di una ricerca e un respiro internazionale. La cultura underground meneghina è quella più collegata al resto del continente e anche al resto del mondo. Si tratta di circuiti molto più efficienti e efficaci di quanto si possa immaginare, che rendono Milano una città europea. E qui finiscono le note positive, l’excursus nel passato recente in tutte e quattro le sezioni , ci porta alla conclusione unanime che le culture underground, in tutti i suoi rivoli, a Milano si siano negli ultimi anni, e forse decenni, impoverite.
Federico Riccardo Chendi

“Questa è una guida eccentrica. Nel senso proprio del termine: non ha un centro di gravità attorno al quale la materia si dispone secondo uno schema predefinito, esclusivo, condizionante. Di fronte a “SottoMilano”, il lettore è libero di navigare tra le isole di un arcipelago ricco di suggerimenti, narrazioni, idee. Il punto prospettico non cade nel centro della città, ma corre di continuo lungo i fili della tela di Milano per tracciarne una mappa nuova.” (dalla prefazione di Matteo Speroni).

Ligera Edizioni – chendifedo@libero.it – 335251864