MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Sub/Culture

La pagina della sfinge

| martedì 3 gennaio 2012

Gennaio e’ un mese maledetto, che parte lento, lento, lento come fosse un effetto obbligato degli hangover post-capodanno… se a tutto ciò si aggiunge il destino, cinico e baro come sempre, di un’annata che si trascinerà costantemente sul leit-motiv di una fine del mondo più volte promessa e mai raggiunta, be’, si capisce che l’entusiasmo non sale alle stelle. E di fronte al calendario delle prossime settimane, il governo Monti pare più frizzante del Drive-in. La fortuna che ci tiene in piedi è quella di avere pochi angoli di affidabilità assoluta, e dove tutti si fermano questi rilanciano.

L’annata si apre come tutte le altre, con un’abitudine consolidata, l’appuntamento del 3 gennaio al Blob di Arcore, occasione buona per ascoltare Bob Corn e Comaneci… e pure per rinnovare l’imprescindibile tessera Arci, gabella ormai necessaria per ascoltare musica a Milano, gabella che è sempre meglio devolvere a circoli piccoli, ancora legati alla qualità delle proposte che fanno e non al conteggio del numero di paganti. [Ndc.: e se non la fate al Blob, fatela con MilanoX!]
Giovedì 5 si percorre la stessa direttrice ma fino a Mezzago, dove si apre il 2012 del Bloom all’insegno del dark e della new wave di Vidi Aquam e Tour de Force. Si rischiava di dover andare fino a Villa d’Almè, la stessa sera, per sentire il tour italiano di Drekka, ma arrivano a graziarci ed abbreviarci la strada i ragazzi di Cà Blasè, scantinato di Varedo che la sera dell’epifania sarà colmato abbondantemente dai suoni di questo genietto dell’ambient-folk dell’Indiana. Lo accompagna in tour il suo socio Canid, anch’egli dedito ad ambienti oscuri con escursioni industriali. Il modo migliore per affrontare l’inverno.

Un inverno che sarà scaldato abbondantemente da TRoK!, che riparte sabato 7 alla Cascina Torchiera con una serata a tre facce ben diverse: i Butcher Mind Collapse arrivano da Ancona carichi di noise’n’roll demoniaco, gli Eternal Zio vengono proprio da Varedo sulle corde della psichedelia, mentre gli How much wood would a woodchuck chuck if a woodchuck could chuck wood? sono tre oscuri improvvisatori torinesi. Primo appuntamento, destinato a rinnovarsi, basta leggere oltre.

Nel frattanto viene mercoledì 11 con una serata per gusti diversi: al Lo Fi c’è il buon vecchio Stefano Giaccone, che del punk avrà perso la fisicità ma ne ha conservato tutta la rabbia nelle proprie canzoni, mentre di fisicità ce ne sarà fin troppa sul palco del Magnolia (Segrate) con Agatha, Dharma Safari, Loud Nine e Greedy Mistress.
Passando da giovedì 12 con il garage-punk dei Cut al Leoncavallo e venerdì 13 con lo strepitoso jazz-punk dei Luther Blisset al Blob (Arcore), si arriva ad un nuovo weekend denso e bello.

Ad aprirlo, il fine settimana, è sempre TRoK! nella sua nuova filiazione, daunTRoK!, sul palco del Leoncavallo: ospiti dalle Alpi alla Sardegna con volumi sempre a tuono, Plasma Expander, Very Short Shorts e Bava. I deboli d’orecchie ma ricchi di adrenalina ripieghino sulla follia electro dei Noze (al Legend54), i brianzoli sui Morkobot al Boccaccio (Monza). Ovunque si vada, lo si faccia sapendo che la sveglia suona presto il giorno successivo, perchè domenica l’Aperitivo in Concerto del Teatro Manzoni è con i Chicago Undeground di Rob Mazurek con ospite Pharoah Sanders… il profetico faraone che ci indicherà l’anno a venire.

E tanto per chiudere i conti con il 2011, ecco la non-richiesta top ten del meglio che il sottoscritto ha potuto vedere ed udire negli italici palchi:
1. Ahleuchatistas (17/11, Leoncavallo)
2. Pivixki (27/10, Dauntaun, Leoncavallo)
3. Metallica (06/07, fiera di Rho)
4. L’enfance Rouge (09/07, Abbiategrasso)
5. NoMeansNo (20/04, Cox18)
6. P. Brotzmann + G. Mimmo + X. Iriondo + C. Calcagnile (08/05, Cascina Torchiera)
7. Neurosis (20/07, Spazio 211, Torino)
8. Slayer (06/07, fiera di Rho)
9. Kongrosian (25/03, Cascina Torchiera)
10. Godspeed you! Black emperor (27/01, Live Club)