MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Leftism

Servizi sociali: rischio chiusura per i bimbi di via Pusiano

| martedì 13 ottobre 2015

20151012_163751[1]


Loro sono 65 lavoratrici specializzate che da anni gestiscono il Centro Aiuto Minori della Provincia di Milano. Un polo di eccellenza, che attualmente ospita 40 madri e bimbi segnalate dal Tribunale per Minori. Vittime di violenza, difficoltà economiche, abbandoni, ospitato nel cuore di una delle periferie più calde della città, in via Pusiano, lì dove fino a pochi anni fa il degrado e lo spaccio facevano salire il Parco Lambro agli onori della cronaca nazionale. Il taglio delle Provincie, salutato da molti come una sforbiciata a consulenze esterne e spese politiche, sta mostrando il suo volto più vero e feroce: il Comune di Milano che gestirà il passaggio alla Città Metropolitana per bocca del suo assessore Pierfrancesco Majorino ha dichiarato alle dipendenti, che lunedì 12 ottobre sera erano in presidio sotto Palazzo Marino, non ha le risorse per assorbire il servizio. ‘Se tutto va bene diventeremo amministrative’, ci spiega Antonella una delle più combattive tra le lavoratrici che si sono presentate in piazza con dei bambolotti in braccio. ‘Si perchè a rimetterci saranno i più piccoli’, ci spiega Francesca, ‘Visto che nemmeno i nostri colleghi del Comune hanno strutture dedicate e si appoggiano a cooperative private, onlus che hanno tutt’altro ruolo e funzione, così come professionalità’. Il servizio pubblico contro appalti e bande di gara ai privati, l’universalità dei diritti contro la loro parcellizzazione, un processo fatto di appalti, bandi di gara e concessione di risorse pubbliche iniziato ai primi anni Novanta che sta svuotando completamente i servizi sociali di Milano. Trasformando i servizi pubblici in un piattino di elemosina dove accorrono i soggetti privati accreditati, con risultati che sono sotto gli occhi di tutti e che le lavoratrici denunciano tramite la petizione on line che potete firmare al link in fondo alla pagina. La chiusura del Centro di Aiuto Minori, la perdita delle sue 65 professionalità collaudate, è un vero ‘contenuto’ rispetto alle tante chiacchere su nomi e giochetti politici tanto di moda in queste settimane. Se qualcuno dei gruppi, partiti, comitati, lobby, se ne vuole occupare che batti un colpo. Sarebbe già tanto sapere quel che ne pensano i vari candidati alle primarie del PD, anche se Giuliano Pisapia si è ben guardato dal far rispondere al suo consulente alla comunicazione ai tanti messaggi delle lavoratrici della provincia che hanno occupato la sua bacheca su facebook. Il Centro Aiuto Minori non vuole chiudere, Milano non può perdere anche questo servizio di pubblica utilità.
https://www.change.org/p/giuliano-pisapia-sindaco-di-milano-e-presidente-della-città-metropolitana-matteo-renzi-presidente-del-consiglio-il-centro-assistenza-minori-rischia-la-chiusura-aiutaci-a-salvarlo-firma-anche-tu