MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Net Pet

server dei server

| mercoledì 5 dicembre 2012

Con tranquillo ritardo diamo notizia del leak di Anonymous Italia, potremmo dire che poca attenzione è stata data alla cosa, ma non è cosí. Siamo solo noi ad essere in ritardo, senza scuse. Speriamo almeno di essere esaurienti.

A fine Ottobre gli hacker-attivisti anonimi il cui motto è “expect us” hanno prelevato dai server della Polizia di Stato Italiana e diffuso in rete migliaia di documenti riservati, tra cui fotografie di gruppo in Val di Susa, email e password, verbali e numeri di cellulari, ma soprattutto azioni investigative sui gruppi NoTav in forma di .doc. .pdf e excel.

I documenti coprono un arco temporale dal 1998 al 2012.

Un duro attacco col quale Anonymous chiede che venga introdotto in Italia il reato di Tortura e l’introduzione di un codice di identificazione della polizia.

dal blog di Anon Italia:

#AntiSecITA, Polizia Italiana Owned and Exposed

Da settimane ci divertiamo a curiosare nei vostri server, nelle vostre e-mail, i vostri portali, documenti, verbali e molto altro. Siamo in possesso di una notevole mole di materiale: ad esempio documenti sui sistemi di intercettazioni, tabulati, microspie di ultima generazione, attività sotto copertura; file riguardanti i Notav e i dissidenti; varie circolari ma anche numerose mail, alcune delle quali dimostrano la vostra disonestà (ad esempio una comunicazione in cui vi viene spiegato come appropriarvi dell’arma sequestrata ad un uomo straniero senza incorrere nel reato di ricettazione). Il livello di sicurezza dei vostri sistemi, al contrario di quanto pensassimo, è davvero scadente, e noi ne approfittiamo per prenderci la nostra vendetta… Is there any problem, Officer?

links:

par-anoia

l’articolo de L’Espresso

Reuters

Giornalettismo

la prima pagina del Manifesto

twitter Operation Italy