MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Sub/Culture

Un ronzio in più

| lunedì 27 febbraio 2012

Il mese di marzo, quello del disgelo, è amico delle orecchie dei milanesi. Piano piano suoni forti e liberi torneranno in superficie e quello strano ronzio del mattino dopo, quell’ombra di acufene che accompagna i risvegli, riprenderà il suo posto nelle nostre orecchie.
Ma marzo inizia tra qualche giorno, uno più del solito in questo 2012 (con tanti auguri a San Precario), dunque quella che ci resta è una settimana sprint, anzi slalom, con poche cose e diradate, da saltare qua e là cercando di mantenere la velocità di crociera.

Si inizia stasera, lunedì 27, tra le mura amiche di O’ con Tensil Test, duo americano composto da Paul Roth, Joe Rehmer, un contrabbasso, un tavolo, un sassofono e una nube di oggetti e idee…
Nel frattempo riprende la programmazione dell’Acusmonium Sator al Centro San Fedele, questa sera si parla di Joyce e lo si fa ascoltando Syd Barret, Berio, Wishart…

L’anno bisesto ha il suo giorno precario dedicato alla dubstep dell’israeliano Borgore (mercoledì 29 al Magnolia)… ma diciamoci la verità, la dubstep ha rotto le palle, ormai a Milano la trovi pure nei jingle dell’ATM, quindi tanto vale spendere meglio la serata conclusiva del mese, tipo a Medionauta dove Pablito el Drito e Beppe Sordi faranno la colonna sonora del release party di Eresie Cicliche.

Giovedì ritornano i piacevoli appuntamenti con L’Ocean al Bitte: un gruppo di ragazzi disabili, una serie di strumenti autocostruiti dai ragazzi stessi, un’overdose di creatività e un ospite sempre valido a concludere la serata, questa volta è Julia Kent. E mentre il Magnolia gioca in casa con i suoi Bud Spencer Bluex Explosion, all’Auditorium del Sole24Ore l’abituale appuntamento con il Divertimento Ensemble si fa gustoso per l’esecuzione di “Derive 2” di Pierre Boulez.

Venerdì 2 è cancellata la data di David Sylvian, che non invecchia bene come gli Uk Subs (e con tutt’altro stile di vita!), figli maledetti del punk del ‘77 di scena al Leoncavallo. Da un’altra epoca musicale arriva anche Wolfgang Flur, primo percussionista dei Kraftwerk ospite della serata del Tunnel. Ma il consiglio per la serata è di scegliere qualcosa di più frizzante: partire da O’ per la performance di video-luminosa di Bruce McClure e proseguie al Lo-Fi dove arrivano i citatissimi Talibam!, band forse un po’ troppo sopravvalutato rispetto al suo valore reale, ma in grado comunque di stringere quel sacro vincolo tra rumore e sculettamento come pochi nel noise riescono a fare. Perdipiù questa volta li accompagna Sam Kulik come ospite e la serata è aperta dal post-punk libertario dei Pecora, che non possono che aggiungere qualità al tutto.

Sabato si va a giocare a pallone a Monza, o meglio a farsi prendere a pallonate da Morkobot e Scum from the Sun, sul palco del campo sportivo occupato del Boccaccio. Mentre la settimana si chiude domenica 4 ancora al Lo-Fi con il bombardamento del Grind Over Europe tour, unica data italiana degli Exhumed, e primo passo deciso in direzione dello stordimento auricolare di primavera.