MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Sub/Culture

Rock'n'roll high school

| mercoledì 10 ottobre 2012

Dal punto di vista della programmazione musicale in città, ottobre è un po’ come la seconda settimana di scuola… I racconti delle vacanze ormai sono andati, le foto in spiaggia non interessano già più a nessuno e le fantasie sulle conquiste estive si sono stemperate nell’orgia settembrina di MiTo, primo impatto sonoro metropolitano post-estate. Da qui si inizia a far sul serio, con ottobre ripartono le vecchie rassegne e i nuovi arrivati in città si presentano, obbligati a far subito una buona impressione. Tempo pochi giorni e il discorso interrotto per le vacanze sarà già ripreso a pieno regime.

Stasera si ri-attacca la spina delle serate rumoriste itineranti da un po’ di tempo approdate al Birrificio La Cruda, il cui (inesistente) vicinato sarà bombardato dalla frequenze guappo-noise di Pain Jerk e Lettera22; nel contempo al Lo-Fi arrivano i Negative Approach, vecchi terroristi dell’hard-core più oscuro, e a Medionauta si incontrano il free-jazz sghembo del duo italo-berlinese Fardello/Birardi con quello post-industriale dei russi Astma.
Giovedì l’antipasto di weekend è di lusso, non tanto per gli Hurray for the Riff Raff, bizzarro duo country folk di scena al circolo Ohibo’, quanto per il passaggio in città (al Libera) della divina Jarboe, già voce e tastiera degli Swans, collaboratrice di pressoché chiunque si muova nell’oscurità ed esoterica performer solista in grado di indurvi incubi per settimane. Jarboe è la visione satanica di Bjork, quella che non vedrete mai agli MTV awards…

Ma per misurare la temperatura di questo inizio di stagione è necessario aspettare il weekend, chè è lì che la città-zombie esce dalla sua bara… e a questo giro il fine settimana è il momento di due ritorni importanti, quelli di chi non lascia mai da sole le orecchie dei milanesi. E’ tra Leoncavallo e Torchiera che si ri-apre la stagione di TRoK!: venerdì in via Watteau con i Mombu in versione allargata, accompagnati da un duo di percussioni senegalesi a rendere ancora più feroce il loro assalto, e il super-trio Rangda, composto da Sir Richard Bishop, Chris Corsano e Ben Chasny (Six Organs of Admittance); sabato invece, tra le lapidi della Torchiera, tornerà Xabier Iriondo per presentare il disco solista in cui raccoglie vent’anni di sperimentazioni, e per l’occasione chiama intorno a se’ amici e collaboratori da tutta Italia. A far da contraltare a quest’orgia percussiva arrivano i suoni sintetici dell’irrefrenabile crew di Rxstnz, che tra venerdì e sabato riempirà lo Spazio Concept con il festival “Corpi Estranei”, con performance, installazioni e soprattutto tanta musica violenta: D’arcangelo, Fire at Work, Dj Balli, Ralph Brown, A034, Lowkilla, Alessio Pili, Dualcore808 e tanti altri.

Dopo cotanta roba la domenica non può che essere dedicata al riposo: tirate il fiato alla ciclofficina Unza!, dalle 17, con il “mezzo-Wolfango” Re Beluga e Lady Furto & Mr Paccottiglia, mentre in serata alla Scala arriva il Klangforum Wien con il suo incrocio tra classica e contemporanea.

Lunedì 15 c’è il tutto esaurito all’Alcatraz per Serj Tankian, la voce più dotata e peggio utilizzata in circolazione, però la serata è ben investita tra il blues psichedelico di Duke Garwood (al Gattò, ore 19) e il fantastico sassofonista free Michel Doneda a O’.

Poi la settimana scorre via veloce (White Hills a Brescia martediì e Massimiliano Damerini al S.Fedele mercoledì) e senza grandi sorprese. La scuola è appena cominciata e per le prime interrogazioni ci vorrà ancora un po’. Ma non così tanto, cominciate a studiare.