MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Sub/Culture

Recensioni – Flacopunx – Coleotteri / Cobol Pongide – Vita da spaziale

pablo | martedì 15 novembre 2016

Flacopunx – Coleotteri – RocketMan

Dopo il divorzio dai Punkreas, con i quali ha condiviso venticinque anni di palchi, Flaco pubblica il “suo” primo album, con in copertina uno splendido disegno di R.S. Connett.

“Coleotteri”è un lp punk-rock di dieci tracce incazzate, che inizia rievocando il secolo breve (“Gorky”) e poi se la prende con le religioni (“Codice rosso”), l’omologazione (“La canzone di Adamo”), l’eugenetica (“Bubblegum”), l’assuefazione al presente (“Dodici ore”), l’imperialismo yankee (“Zona d’influenza”), la fortezza Europa (“Scura”).

I testi sono ironici, colti e graffianti, il suono, è superfluo dirlo, è molto simile a quello della sua ex band, giusto un po’ più metallaro e compatto.

Il disco è rischiarato da due pezzi, uno ska-core l’altro reggae, che vedono la presenza dei fiati (“1861” e “Coleotteri”).

Insieme a Flaco nei FlacoPunx suonano Mattia Foglia, Dario Magri e Carlo Ferrè.

“Coleotteri” lo potete trovare a questo indirizzo:

https://www.musicraiser.com/it/projects/5957-coleotteri-lalbum-di-flacopunx

a1219166600_16ccc

Cobol Pongide – Vita da spaziale – Baikonur

Cobol Pongide esce con un concept album synth-pop dedicato alle esplorazioni spaziali, il cui suono è delicato, morbido come un cuscino di piume d’oca.

Cobol e soci, infatti, raccontano favole spaziali suonate con batterie vintage, tastierine giocattolo, videogiochi modificati, voci filtrate da vocoder, bassi ad onda quadra, giocattoli cinesi, cianfrusaglie raccattate qua e là nei mercatini.

Ma la sperimentazione è in secondo piano, questo è un disco pop! C’è pure qualche riff di chitarra, cosa impensabile rispetto ai set di Cobol di qualche anno fa, quando era un supernerd dei videogiochi.

I testi sono surreali, così come i titoli dei brani (“Ausilio meccanico di rotta”, “Piccoli screzi tra pianeti feroci”, “Collaudatore di mondi extrasolari”), alla Camerini ai tempi di“Rockmantico”.

“Vita da spaziale” mi sembra la colonna sonora di un film per bambini, ma è così retro-pop che può piacere anche ai più grandi.

https://cobolpongide.bandcamp.com/album/cd-vita-da-spaziale

Se vuoi che il tuo vinile, cd, libro, fumetto sia recensito inviane una copia a: Pablo c/o Agenzia X – Via Ripamonti 13 – 20136 Milano