MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Cultur(A)

Recensioni: Abitare illegale e L’altra storia della Lega

pablito el drito | sabato 6 maggio 2017

Andrea Staid “Abitare illegale. Etnografia del vivere ai margini dell’occidente” Milieu

Abitare, abiti, abitudini. Parole che hanno la medesima radice etmologica, che riguardano sì la “casa”, ma soprattutto il come si vive e il come ci si relaziona con il “mondo esterno” e con gli altri.

Il nuovo libro di Andrea Staid si occupa di esperienze abitative diverse, fuori dagli schemi che il sistema capitalista impone, e per questo spesso illegali o comunque stigmatizzate. Con occhio lucido, tramite ricerche sul campo e interviste, l’autore ci racconta il vivere diversamente, ai margini delle esistenze omologate. Nell’agile volume si parla di autocostruzione, molto diffusa anche in Italia fino al secondo dopoguerra, di case occupate e autogestione in Italia, Spagna, Germania, Inghilterra, di comuni agricole e ecovillaggi in Europa e Usa.

Da queste “pratiche dell’esodo” (non solo dalla metropoli, ma dai meccanismi della metropoli) emerge secondo me una certezza: che non sia possibile costruire una pienezza nelle nostre vite senza la capacità/possibilità di progettare il nostro spazio abitativo, sempre più incasellato, mercificato, imposto dall’alto.

Un capitolo intero è dedicato all’abitare di Sinti e Rom, che amano vivere all’aperto in case mobili o autocostruite, in gruppo perchè nella loro cultura la famiglia è allargata, non nucleare. E la “casa” include anche lo spazio esterno, non solo quello interno alle quattro mura.

Certo, esiste anche un aspetto di mera sopravvivenza nel vivere illegale: decine di milioni di persone vivono negli slums (baraccopoli), in stato di estrema miseria e gli esempi nel libro non mancano: dalla Jungle di Calais, sgomberata con la forza qualche mese fa, all’accampamento dei no Borders a Ventimiglia, fino ai ghetti dei braccianti nel Foggiano. Questi ultimi sono delle vere e proprie città di lamiera, con bar, negozi, ristoranti africani, in cui trovano riparo migranti senza documenti o lavoratori stagionali poveri.

Un libro affascinante, scritto senza filtri né censure ideologiche, arricchito da belle foto scattate per lo più dall’autore durante I suoi viaggi.

https://www.ibs.it/abitare-illegale-etnografia-del-vivere-libro-andrea-staid/e/9788898600663

Fabio Zanello “L’altra storia della Lega. I percorsi del federalismo in Italia dal dopoguerra ad oggi” BePress.

In Italia i movimenti separatisti e federalisti sono sempre stati minoritari e apparentemente sotto traccia, almeno fino agli anni ottanta, momento dell’esplosione del fenomeno Lega Nord. Tuttavia fin dalla guerra di Liberazione le forze alleate hanno finanziato e sostenuto istanze federaliste e separatiste con il fine di contenere l’avanzata delle sinistre. Coinvolgendo personaggi come Eugenio Cefis, partigiano “bianco” dell’Ossola che negli anni settanta divenne presidente della Montedison, colosso statale e crocevia di tangenti e fondi neri. O sostenendo Gianfranco Miglio, che divenne preside della Facoltà di Scienze politiche dell’Università Cattolica di Milano, e un arcipelago di istituti di ricerca internazionali, spesso controllati dalla CIA, per influenzare il futuro geopolitico dell’Europa.

L’idea dell’intelligence americana era quella di “spingere” l’identatitarismo etnico per contrastare il marxismo dal punto di vista teorico, ma anche per creare una rete paramilitare, spesso con manovalanza neofascista o di destra “volkish”, per disgregare lo stato italiano in macroregioni nel caso lo stato centrale fosse stato governato dal PCI e socialisti.

La storia segreta del federalismo riguarda l’attività dei servizi segreti, delle logge massoniche, delle mafie e delle trame nere, soprattutto dagli anni sessanta in poi. Per modificarsi e confluire poi nel progetto della P2 di Licio Gelli, in cui si ritrovano gran parte di questi personaggi.

Con la P2 il paradigma di intervento delle lobby filo-atlantiche cambia: dalla strategia della tensione, ottenuta finanziando e controllando gruppi armati di destra e mafiosi tramite le logge massoniche, si passa al controllo del consenso tramite i mass media.

L’altra storia della Lega” è un importante libro di storia contemporanea, rigoroso e ricco di spunti e documenti, che segue “Italia: la massoneria al potere”, un altro importante libro di Zanello (Castelvecchi, 2011).

https://www.ibs.it/altra-storia-della-lega-percorsi-libro-fabio-zanello/e/9788896130551

 

Se vuoi che il tuo libro o disco sia recensito inviane una copia a:

pablito c/o agenzia x

via ripamonti 13

20131 milano