MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Sub/Culture

Che ci faccio qui? Piazza Filangieri

| venerdì 22 ottobre 2010

**by mosquito**
Via Carducci, Piazza Sant’Ambrogio, Via San Vittore, Via degli Olivetani, Via Filangieri, Viale Papiniano, Piazza Aquileia.
h. 12:00

Passo di qua, un sacco di belle ragazze passano di qua, mi passano davanti.
Università cattolica, Università del Sacro Cuore. C’è il sole. Amo queste ragazze, le amo tutte. Belle, pettinate, profumate. Qui è l’efficienza che conta. Soprattutto l’efficienza. Tutto ordinato. Preordinato, organizzato e strutturato. Il medioevo ritorna, è ritornato. Il medioevo è qui, da qui non se ne è mai andato. Medioevo di lusso e strade lastricate, di dame e signori imbellettati. Poco lontano da qui il fango sommerge le case. Poco lontano da qui un altro campo è stato sgomberato.
“Perché a perseguire la fama che male c’è?” – “Cosa c’è di male?”
Perché queste mura che oggi vedi aperte si sono spostate poco più in là. Una bella piazza davanti alla chiesa, San Vittore al Corpo, San Vittore e i corpi, altri corpi. Cambia l’aria. Alcune delle antiche mura passano ancora di qui. Dolore, stretta allo stomaco. Tutto sotto controllo, sotto controllo, in sicurezza, qua, sicurezza e controllo, qua. La sicurezza dei cittadini. Controllo millimetrico. Fa niente se i muri cadono a pezzi. Fa niente se il tetto è bucato. Fa niente se queste mura sono bagnate.
“La via Filangieri l’è un gran serraglio, la bestia più feroce l’è ‘l commissario…”

Perché a un certo punto devi capire, mentre guardi il culo di una ragazza, mentre ti sollazzi nel tuo giardino verticale, devi capire, devi capire che qui non c’è giustizia, che questo non è un luogo di giustizia. Non c’è giustizia e a volte, qualche volta, delle volte mi piacerebbe, sarebbe bello se ci fosse, se ce ne fosse un poco. Pensavo che la giustizia fosse un concetto fascista, pensavo che la giustizia fosse di destra, ma la giustizia che ogni giorno viene onorata nei tribunali, la giustizia che ogni giorno viene applicata nelle carceri fatiscenti e sovraffollate, ogni giorno viene infamata.
La giustizia è una bella donna, dai tratti fieri, dai lineamenti alteri. La giustizia è una bella donna ma non sorride spesso. Ha molto da fare, molto da pensare, sempre indietro con le consegne. La giustizia ha molte personalità, giustizia è equità e libertà, giustizia è libertà. La giustizia non si può demandare a qualcun altro, non si può aspettare. La giustizia non aspetta. La giustizia non cade dall’alto. Non posso aspettare che la giustizia cada dal cielo. La giustizia è una bella donna, ha molto da fare e vive in un altro mondo, ha molto da fare, non sorride molto. E’ mia sorella, è la mia compagna. E’ la bella ragazza che mi è appena passata davanti. Che passa e va via. La bella ragazza che vorrei tanto conoscere. Bella ragazza sconosciuta. Che vorrei.
E’ mia figlia.