MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Sub/Culture

Milano&Oltre: fino a fine mese l'Arci alla Triennale e in Città

| mercoledì 8 maggio 2013

MilanoeOltre

Come possiamo reinventare il rapporto tra la metropoli e chi vi abita, l’attraversa, l’utilizza,
la visita anche nei luoghi più segreti che a volte ci appaiono troppo statici, a volte inafferrabili
nella loro inarrestabile trasformazione, troppo spesso comunque a noi estranei, lontani dai
nostri desideri?

Milano & oltre. Una visione in MoviMento”, che conclude il progetto triennale di Connecting Cultures in collaborazione con alcuni circoli Arci e sostenuto da Fondazione Cariplo, vuole essere un’occasione per confrontarci sulla città che viviamo,
attraverso un invito aperto a tutti i cittadini, un laboratorio sul futuro delle metropoli, unamostra che si svela un po’ alla volta attraverso un fitto calendario di eventi.

Per tutto il mese di maggio artisti, architetti, urbanisti, fotografi, scienziati, policy maker, giuristi, performer, danzatori si alterneranno nel proporre a tutti, grandi e piccoli, milanesi e stranieri, abili e diversamente abili, una Milano insolita, la città nella quale vorremmo vivere.

Città partecipata, città plurale, nuovi cittadini, sostenibilità, intercultura, design open
source, paesaggio urbano, arte relazionale, arte e scienza saranno oggetto di tavole rotonde,
incontri, workshop, performance che animeranno per un mese la Triennale di Milano.
Un invito aperto a lasciarsi suggestionare da visioni, proposte, esperienze e progetti che di-
mostreranno come l’arte e la cultura possono essere catalizzatori di energie e di cambiamento
dei contesti urbani contemporanei.

CALENDARIO fino al 12 maggio:
http://www.arcimilano.it/in-evidenza/milano-e-oltre-gli-appuntamenti-della-settimana-7-12-maggio/
◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆

POSTAZIONI PERMANENTI IN MOSTRA

IL CENTRO DI DOCUMENTAZIONE
Una selezione di circa 1500 libri dal Centro di Documentazione di Connecting Cultures verrà messa
a disposizione del pubblico per la lettura e la consultazione. Spazio di studio ma anche di lavoro
e di workshop, il Centro si apre alla collaborazione con diverse realtà che metteranno a disposizione
i loro materiali: è il caso di Careof DOCVA, che fornirà una postazione di Videojukebox; o di Eco Bookshop
di Valcucine, che fornirà a rotazione per tutto il mese una scelta di pubblicazioni a tema in linea con
gli argomenti trattati nella mostra.

LA SALA VIDEO
Durante l’evento una fitta programmazione animerà lo spazio della sala video, appositamente realizzata
all’interno del Cubo B, dove verranno proiettati video d’artista, documentari, corto e lungo metraggi
realizzati da artisti, film maker e creativi.
I video sono stati messi a disposizione da istituzioni e associazioni come a.titolo, Careof DOCVA,
Festival del Cinema Africano, d’Asia e d’America Latina (con Associazione Razzismo Brutta Storia e
Librerie Feltrinelli), Fondazione Antonio Ratti, Pav-Parco d’Arte Vivente di Torino, Associazione
delle Donne Romene in Italia – A.D.R.I.; da artisti e architetti tra cui Antonio Ottomanelli, Paolo Riolzi.

◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆ ◆

PROGETTI  IN MOSTRA

VIDEOjUkEbOx

Postazione video a cura di Careof DOCVA

Grazie all’interesse per la ricerca video, Careof ha accumulato un importante patrimonio, fulcro
nevralgico di molte delle attività organizzate. Archiviovideo.it è il database online che raccoglie
le oltre 6600 opere d’artista e le documentazioni contenute in Archivio Video DOCVA. Una parte
di questi materiali è consultabile on demand grazie a un Videojukebox, una postazione informatica
individuale sviluppata da Careof per offrire all’utente un’ampia selezione di materiali video,

completi di scheda bibliografica. Videojukebox funziona come vera e propria “sede distaccata”
del DOCVA: dislocato in contesti espositivi e museali offre di volta in volta percorsi di lettura
differenti fra le opere e le documentazioni video conservate presso l’Archivio. Per la mostra
Milano e Oltre propone una selezione di video d’artista intorno al tema della città.

PRONTI A fARE UN SALTO?

Il Premio Internazionale d’Arte Partecipativa
Installazione video a cura di Art Projects, allestimento La Pillola

Installazione con una rassegna in cui vengono presentate delle documentazioni di progetti artistici che,
tramite interventi collaborativi, sono riusciti a creare un “miglioramento” sociale. Un miglioramento
sociale può consistere nella creazione di piattaforme di dialogo fra persone che prima non riuscivano
a comunicare fra di loro, nella generazione di conoscenze e dei canali alternativi per diffonderle,
nella creazione di condizioni che rendono la vita più apprezzabile, nella ideazione e realizzazione
di scambi alternativi e in tante altre forme. Gli esempi includono Iniziativa Centesimo Avanzato
di Susanne Bosch, Operation Paydirt/Fundred Dollar Bill Project di Mel Chin, Conflict Kitchen
di Jon Rubin e tanti altri.
Alla promozione di queste pratiche artistiche si rivolge il Premio Internazionale di Arte Partecipativa,
un progetto promosso dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna in collaborazione
con LaRete Art Projects e La Pillola.

APPTRIPPER.IT, SHARE YOUR SOUL!

Social App per l’arte, tra esperienza urbana e geografia emozionale
a cura di Sebastiano Deva

“Tripper” è un vocabolo inglese che in italiano significa “viandante, gitante”. Apptripper.it
è una piattaforma digitale (app e social network) che combina esperienza urbana, patrimonio
storico-artistico, e geografia emozionale. La città di Milano verrà mappata con il contributo
dei cittadini, che potranno partecipare alla creazione della mappa grazie a strumenti di partecipazione
attiva. La matrice emotiva della piattaforma verrà fatta corrispondere a luoghi e spazi urbani,
spazi urbani, monumenti e opere museali, che ciascun utente potrà indicare in base alle preferenze
e a parametri indicati al momento. Il patrimonio storico-artistico che compone l’identità culturale
(antica, moderna, contemporanea) di Milano diventerà la destinazione emotiva di chi, turista
o city user, è alla ricerca di una “esperienza estetica” totale e immersiva nell’arte della città.

I NUOVI ITALIANI. RITRATTI fOTOGRAfICI DI TERESA CARREñO

In 21 scatti la fotografa VenezuelanaTeresa Carreño racconta una Milano multietnica e plurale: donne
straniere residenti in città, che fieramente indossano la memoria di una altra cultura che profuma
di sapori e di ricordi lontani ma ancora vivi nel loro vivere quotidiano; giovani sotto i venticinque anni
che hanno deciso di esprimersi rivendicando ideali e speranze, ma anche raccontando i loro sogni
e i loro obiettivi; infine i “nuovi cittadini” di Milano, le famiglie multietniche che danno un nuovo
volto e un nuovo slancio, aperto al futuro e all’inclusione, alla popolazione metropolitana.
Le riprese fotografiche intendono evidenziare una suggestione di contrasto tra il linguaggio
classico della ritrattistica con la sua ritualità e l’identità contemporanea delle persone.

La fotografa collabora con ASPIL – Associazione di Sviluppo e Promozione per l’Integrazione
Latinoamericana.

Teresa Carreño, fotografa professionista dal 1995, risiede in Italia dal 1990. Dedica parte del suo lavoro alla ritrattistica
e alla ricerca fotografica, destinando particolare attenzione alla condizione degli immigrati in Italia. Teresa Carreno è rappresentata
in Italia e all’estero dalla Hernandez art gallery di Milano.

MULTIPLE CITY

Concorso fotografico in collaborazione con Lomography Italia; produzione a cura di Linke.Lab

Un’iniziativa fotografica, frutto di una partnership tra Connecting Cultures e Lomography Italia,
che ha selezionato all’interno di un concorso fotografico 5 immagini da esporre in mostra.
Le 5 immagini si sono distinte per una visione inedita che riguarda le molteplici identità,
comunità, individui, paesaggi insoliti, ibridi che convivono nella città di Milano e nell’area
metropolitana.