MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Net Pet

Lo sciopero di Wikipedia Italia fa scuola In Usa

| giovedì 15 dicembre 2011

Viene votato il 15 dicembre in Usa una legge che crea il primo sistema di censura di Internet, Wikipedia Usa si prepara all’auto-oscuramento in protesta.

by dan

Il recente strike in Ottobre di Wikipedia Italia contro la legge Ddl 29 (Norme in materia di intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali, altrimenti chiamato “norma ammazza-blog”) ha fatto scuola e Wikipedia USA sta pensando di emularlo e rendere inaccessibili le proprie pagine di Wikipedia Inglese in protesta contro l’imminente voto in senato del SOPA (Stop Online Piracy Act). La proposta di legge (Sopa) mira a impedire la condivisione di materiale soggetto a copyright. Le lobby dei proprietari di Copyright sono molto potenti e da sempre vedono Internet come un pericolo. La nuova legge (Sopa) se entrerà in vigore permetterà di trascinare in tribunale il proprietario di un Website accusato di infrangere la legge sul Copyright, questo include il bandire le reti di pubblicità online e gli intermediari di pagamenti come Paypal, l’ostracismo nei confronti dei motori di ricerca che lascino comparire il website nei loro risultati e l’obbligatorietà per i gestori d’accesso nel prendere provvedimenti per bloccare il sito accusato di infrazione. La nuova legge renderà, se approvata, reato lo streaming non autorizzato di materiale protetto (sarà impossibile vedere telefilm online). La nuova legge prevede anche l’incitamento alla delazione, con l’immunità per i siti che dovessero collaborare nella denuncia i altri siti rei di indebita divulgazione di materiale protetto da copyright.

Bruciate le biblioteche! Esse sono la culla e la fucina d’ogni indebito presito e risibile scambio culturale. Novelle Tebe, potranno la Capraia e la Gorgona far sponda in su la foce e far scempio loro e d’ogni persona adepta all’orribile costume (parafrasi Dante Inf. c33). Non si capisce in effetti come possano ancora esistere questi templi dello scambio gratuito, le Biblioteche. Non insultano esse colla loro stessa esistenza il diritto all’altrui ignavia d’ogni possessore di diritto d’autore? Non manca molto per arrivare a ciò. I diritti acquisiti non sono inalienabili ma vanno riconfermati, vale per tutti i Diritti. L’attacco viene portato contro lo scambio online, recente e non dato per acquisito, ma le prossime saranno le biblioteche. Orrendi luoghi dove mi si dice si possa gratuitamente e senza esborso alcuno di pecunia (oh, l’orrenda parola “cultura”..) non solo leggere in loco, ma anche prendere in prestito e portare a casa, ed eventualmente ricopiare o addirittura (cuore mio sorreggimi) fotocopiare! Questo grazie alla nefasta invenzione della Fotocopiatrice Xerox, ma anche fotografare o scansionare interi volumi, manuali, saggi, enciclopedie, narrativa, fumetti, film, musica. È risaputo che le èlites prosperano grazie all’ignoranza generale. Per questo ci tengono a mettere una tassa sulla cultura, meno ne sai e più sei docile. Meno la popolazione è ignorante, meno è disposta a farsi sfruttare o ad ascoltare trite barzellette come il diritto acquisito, il diritto divino o quello ereditario.

Salutiamo allora con entusiasmo l’iniziativa di Wikipedia Inglese di rendersi (eventualmente) inaccessibile di botto e far presente così nel modo più efficace e visibile che la cultura condivisa è una risorsa alla quale non vogliono fare a meno neanche i legislatori, che dare via libera ai detentori di copyright di usare la forza del governo per difendere i loro diritti è un pessimo affare per la comunità. The commons good. Il bene comune sta nel libero scambio e condivisione. Saperi condivisi. Il cammino legislativo del SOPA avrà in domani 15 dicembre un passo decisivo per bloccare Internet, bisogna fermarli. Forza Wikipedia che è viva e lotta assieme a noi, il 99%.

Stop the SOPA.
info e aggiornamenti su: americancensorship.org