MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Live & Loud

Live & Loud (117)

| mercoledì 21 ottobre 2015

mooo12112331_10153040434596688_6899736669822926374_n

Questo weekend dovrebbe cambiare l’ora, quindi si dorme un’ora in meno. Come se non si dormisse sempre troppo poco, talmente poco che si finisce ad inseguire sempre il ritardo. Ecco 12 (anzi 11) buoen ragioni per fare ritardo nella settimana che arriva.

Mombu vs Oddateee. Mercoledì 21 alla Cascina Torchiera.
Da una parte l’intancabile duo afro-grind già noto per aver ribaltato i palchi di mezza Italia con cadenza settimanale, dall’altra un rapper del New Jersey che ama fluire più sul rumore che sul battere dei bassi. Insieme sullo stesso palco per un live che ridefinirà il concetto di timpano.

Anasazi, Nero. Mercoledì 21 alla Sacrestia.
Settimana densa giù di Sotto alla Sacrestia. Si parte con questo dittico post-punk metà newyorkese metà milanese, uniti a festeggiare l’anniversario di “Ritorno al Futuro”.

Manuel Mota, Zaïmph. Giovedì 22 da O’ alle 8 di sera.
Droni, tastiere, chitarre preparate, aggeggi industriali ed effetti autocostruiti. Sarà una piccola fiera dell’elettroacustica al giorno d’oggi quella portata dal portoghese Mota e dalla statunitense Marcia Bassett, in arte Zaïmph. Una fiera dove ascoltare e non toccare.

The Souljazz Orchestra. Giovedì 22 al Biko.
Collettivo canadese armato di fiati, percussioni, cori e soprattutto energia: un vortice resistente di soul, jazz, afro e caraibi. Peccato che fuori non ci sarà ancora la nebbia.

MilanoMusica. Da Venerdì 23 in luoghi vari
La storica rassegna di musica contemporanea meneghina riprende la sua programmazione dopo l’esordio della scorsa settimana. Quattro le tappe di questa seconda tranche di festival: venerdì 23 al San Fedele con il quartetto d’archi Quatour Diotima, sabato 24 al Coro di San Maurizio con i flauti di Annamaria Morini (alle 18) e Zinajda Kodrič (alle 20.30), infine di nuovo al San Fedele mercoledì 28, con l’Ensemble Mosaik diretto da Fabio Nieder.

Lobo x Planet Mu 20yrs Anniversary. Venerdì 23 al Leoncavallo.
Serata per palati fini in via Watteau, con l’etichetta di Mike Paradinas (µ-Ziq) che festeggia la metà esatta degli anni del Leoncavallo stesso. Al party sono invitati alcuni dei migliori amici di Planet Mu, a partire dal “capoccia” che si spalleggerà con Luke Vibert, e con loro Kuedo, Herva e Ital Tek.

Weird Omen. Venerdì 23 alla Sacrestia.
Di nuovo Sotto la Sacrestia, per due giorni elettrizzate dal più fottutissimo rock’n’roll. Venerdì la garage-trance dei francesi Weird Omen, sabato spazio a MilanoMods con il power-pop di Five Faces e Blacklash.

Duran Duran. Sabato 24 in piazza del Duomo sul palco di una nota televisione.
Riscoprire in una sola sera che esistono ancora sia i Duran Duran che Mtv. Questo non è un consiglio per un concerto, ma per rivalutare il nobile ruolo del cianuro, o delle cinture esplosive.

ODRZ, P.u.m.a. Sabato 24 al Ligera.
Una serata all’insegna del noise, chiaro e tondo. P.u.m.a. è il nuovo e oscuro progetto solista di Luca Valisi, segue il duo ODRZ che trasformerà ogni oggetto -vivente o inanimato- in una sorgente di rumore.

Giuseppe Ielasi. Sabato 24 al Rossini Art Site di Briosco (LC) dalle 17:30.
La seconda tappa della rassegna itinerante che indaga i suoni della SS36 avverrà al crepuscolo tra l’interno e l’esterno del padiglione del parco di Briosco. La SS36 stessa si staglia all’orizzonte, come il vero protagonista del concerto.

Tva Krig, Potence, Soviet Order Zero, Skaya. Domenica 25 alla Casa Occupata Gorizia.
Una tranquilla seratina domenicale di post-punk, screamo e crust.

Native Instrument. Lunedì 26 da O’ alle 20.
Gli strumenti nativi di Felicity Mangan e Stine Javin Mötland sono quelli della natura stessa: l’aria, gli insetti, gli animali. Un infinito nastro di suoni registrati e qui riproposti senza mai arrestare la propria esplorazione.