MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Live & Loud

Live & Loud (088)

| mercoledì 21 gennaio 2015

1387401101-music-earth-570
Arriva una settimana un po’ così, di quelle intimiste, quelle dove ci sono poche cose, spesso scomode, magari anche fredde, probabilmente belle.

Squadra Omega “Lost Coast”, giovedì 22 a Macao.
La Squadra Omega è un commando di psichedelia metal, di afro-jazz intergalattico, uno di quelle formazioni che finirebbe forse catalogata sotto quella definizione del cazzo che fu “psichedelia occulta”. A Macao sonorizzano dal vivo il lungometraggio sulle coste tempestose della California, e faranno venire il mal di mare a tutti.

Stefano de Ponti. Giovedì 22 al Moonshine.
Questa lunga chiusura del Moonshine è tutt’altro che triste. La nuova tappa verso il decollo è affidata alla creatività pura di Stefano de Ponti, tra chitarra preparata, effetti, registrazioni e tesori nascosti.

Second H. Sam, Dead Horses. Venerdì 23 alla Ciclofficina Ponte Giallo.
La Ca’ Blasè Crew invita tutti a una serata di folk sbilenco, di chitarre caciarone, di batterie ridotte all’osso, di brugole e di birra. Impossibile dire di no.

Barbarisms. Venerdì 23 al Ligera.
Siamo sempre dalle parti del folk, ma questo è il folk-rock americano più classico, con le sue radici disperse tra praterie e drugstore. Musica che sa di sconfitta e solitudine, e che inevitabilmente ha schiere di adepti.

Kubark, Zidima, Infection Code. Sabato 24 al Lo-Fi.
Tripletta rumorosa in arrivo dagli svincoli della pianura padana, tra math-rock, tra math-rock, noise e hardcore. Una serata per ricordare che da queste parti si continua a scagliare macigni sulla folla.

Lone, Fitnessbitch, Uabos. Sabato 24 notte al Tunnel.
Ptwschool e Le Cannibale uniscono le forze per portare a Milano la techno-funk tribale di Matt Cutler, in arte Lone. Prime e dopo il suo show audio/video, si alternano in consolle i dj di casa delle due crew.

Disappears. Domenica 25 al Casotto di Lugano.
Ora che il franco svizzero è una trottola impazzita, sembra essere il momento buono per una trasferta ticinese: sul palco i Disappears che arrivano da Chicago ma sembrano amare particolarmente il krauto tedesco.

Jennifer Walshe: “All the many peopls”. Mercoledì 28 gennaio all’Hangar Bicocca.
La compositrice irlandese presenta un collage audio/video di pezzi accidentali di immagini e suoni dalla quotidianità, raccolti da quel pozzo nero che è la compressione a bassa qualità del digitale.

Earth, Black Spirituals, Don McGreevy & Rogier Small Duo. Mercoledì 28 al Lo-Fi.
Anche questa settimana il piatto forte è il dolce, benchè si tratti di un dessert che resterà sullo stomaco a molti. Sono 25 anni che gli Earth dispensano nel mondo la loro miscela di stone, drone metal e culti Sabbathiani, e ciò nonostante sono arrivati a sfornare ancora nel 2014 un gran disco come “Primitive and Deadly”, a dimostrare che la verve non gli è passata affatto. E sono qui a ribadirlo.