MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Live & Loud

Live & Loud (077)

| mercoledì 8 ottobre 2014

Recycling-Envirot
E’ arrivato l’autunno nei giorni giusti a Milano, quelli degli spettacoli in strada e degli spettacoli di chi pedala sulle strade. I giorni in cui stare sotto la pioggia a fischiettare. Per i cagionevoli di salute, e per chiunque altro, anche chiudersi in compagnia di buona musica è un’ottima soluzione. Ecco un numero grasso di porte buone da chiudersi alle spalle.

Tributo a Fausto Romitelli. Giovedì 9 all’Alcatraz dalle 20:30.
Il festival di MilanoMusica in questa stagione sarà dedicato al visionario compositore friulano, la cui opera si riverbera ancora tra l’elettronica e la contemporanea a 10 anni dalla morte. L’apertura è in grande stile con l’Ictus Ensemble in prima serata seguito dalla tripletta curata da Sincronie con Massimiliano Viel, Otolab e Mika Vainio. Mica cazzi.

Alvin Lucier. Giovedì 9 all’Hangar Bicocca, aggratis.
Quando si parla di musica sperimentale e di installazioni sonore, Alvin Lucier è uno di quei nomi che fanno da riferimento per le enciclopedie. Non avessimo ormai tutti paura delle parole, lo definiremmo un genio. Perdipiù a portata di mano.

Milano Contemporary Art Ensemble. Sabato 11 all’Arci Scighera.
Daniele Cavallanti ha riunito tutta la crème (o quasi) dell’avanguardia jazz meneghina in un’unica orchestra di 14 elementi (per ora). Si presentano e presentano la stagione jazz della Scighera tra brani di Mongezi Feza, Wayne shorter, standards tradizionali, jazz dei ‘70, nonché brani originali degli stessi Caruso e Cavallanti

In Solitude, Beastmilk, Obnoxious Youth, Abysmal Grief. Sabato 11 al Lo-Fi.
L’inverno è alle porte. L’inferno anche. Tutto ciò non può che fare felici i cannibali di SoloMacello che festeggiano con il metallo ad alto volume.

Swans, Pharmakon. Domenica 12 ancora all’Alcatraz.
Gli Swans sono di nuovo a Milano. Strano ma vero, per un gruppo che per i suoi primi 20 anni di carriera era un’assoluta rarità (ma splendida come poche). Oggi tornano ogni cambio di stagione, alternati ai tour solisti di Micheal Gira. E come ogni volta, bisogna essere pazzi a non andarci, perchè le band in grado di dare una simile pettinata di rumore si contano sulle dita di una mano. C’è pure Pharmakon in apertura, che ve frega se l’ultimo disco non era granchè…

Roberto Zanisi, Maurizio Abate. Domenica 12 ancora alla Scighera.
Il giro del mondo delle chitarre. Chiamatele così o con i mille altri nomi che gli strumenti a corde hanno nel globo.

Cercles – Ex nihilo nihil fit. Lunedì 13 al San Fedele.
Non di solo Romitelli vive l’uomo… e allora, già che passa in città, l’Ictus Ensemble raddoppia sfruttando l’acusmonium del San Fedele con un’opera multimediale ispirata niente popo’ di meno che alla rappresentazione dell’universo.

Luciano Maggiore. Martedì 14 alla Fonderia Artistica Battaglia alle 20h30.
Un nome che è una garanzia nel campo dell’elettroacustica in Italia. Questa volta scende in fonderia grazie alle Variable Series e ci metterà poco a far diventare diffusori di suono anche i macchinari intorno a se’. Si entra con prenotazione a info@fonderiabattaglia.com.

Suzanne Ciani, Neotantrik, Caterina Barbieri. Mercoledì 15 a Macao.
Nell’immaginario storico, i pionieri erano personaggi puzzolenti di sudore che aprivano sentieri tra le montagne rocciose verso le valli della California. I pionieri dell’elettronica e del synth, invece, viaggiano al contrario: si lasciano alle spalle la futura Silicon Valley e cablando il passaggio avanzano ricreando suoni, fino alla Grande Mela prima che fosse morsicata, e da lì al mondo. Il sentiero di Suzanne Ciani questa volta fa tappa a Macao, grazie a Daepth.