MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Live & Loud

Live & Loud (067)

| giovedì 19 giugno 2014

Motorhead-Lemmy-Killmister
Se non siete in spiaggia. Se non siete sui monti. Se non siete nei fiumi. Quella che arriva è una settimana da corna al cielo, che quando non è metal è rock. Una settimana di volumi forti per organi caldi.
Prendiamo questa sera. Vero, al Pini c’è Teho Teardo lontano dai rumori di gioventù e dedito a sognanti colonne sonore, ma tolto questo… e tolto pure l’heavy metal della Black Label Society (all’Alcatraz), lo spazio è per DaunTRoK! al Leoncavallo che va verso la chiusura stagionale e lo fa con una doppietta genuinamente spaccatimpani: prima i grind romani Bestial Vomit, e poi sempre dalla capitale la nuova famiglia Surgical Beat Bros, che raccoglie la turbo-batteria di Mombu e Neo e il synth selvaggio di Germanotta Youth e Inferno.

Chi i volumi li ha abbassati un bel po’ sono i Pearl Jam, arrivati con l’ultimo annoa a confezionare un disco di rara bruttezza ma capaci ugualmente di fare sold-out a San Siro. Concerto inevitabile vista la rarità dei loro passaggi dal belpaese e l’intensità assoluta del loro live, che pochi rivali può contare sull’intero globo terracqueo. Per chi è rimasto fuori, per chi non ha in tasca i dobloni per il pizzo da versare a TicketOne, l’alternativa a suon di mazzate è l’hip-hop hc di Metal Carter al 75beat.
Oppure l’inossidabile programmazione del Lo-Fi, eccezione quasi unica alle pallosissime “notti magggiche“, che attacca venerdì col punkabilly di Proton Packs, Though e Porna & the Kokots, rilancia sabato con l’ammucchiata garage-beat al femminile con Twerks, Thee  Bomb’o’nyrics e Las Kellies, riposa domenica quando non c’è un cazzo in tutta la metropoli ma riparte subito lunedì con post-hardcore dei Walls of Jericho.
Quella di lunedì è comunque una serata ricca, che inizia già all’aperitivo con il lo-fi folk turco di Beyza & the Man with his Broken Piano al Gattò e prosegue pure al Magnolia (Segrate) con gli Hobocombo alle prese con la caleidoscopica creatività di Moondog.

Torniamo al metallo. All’apice alcoolico e battagliero del concetto di metallo, a sua maestà Lemmy che cerca di guidare ancora una volta la sarabanda rumorosa dei Motorhead, ospiti di City Sound all’Ippodromo del galoppo. Un concerto maledetto, annunciato e annullato due volte nell’ultimo anno. Ma con Lemmy e soci sul palco, la situazione potrebbe non essere maledetta?
Le alternative a costi più pop non mancano nemmeno questa sera, comunque, con i Massimo Volume al Carroponte (Sesto S.Giovanni) e lo sludge dei Sub Rosa (ancora) al Lo-Fi nella preview di SoloMacello.
Già, perchè quando si parla di Milano&metallo l’appuntamento con la A maiuscola resta uno solo, ormai da diversi anni. Prima si chiamava Mi Odi, oggi si chiama SoloMacello, ciò che conta comunque sono soltanto le orecchie che fischiano. A rendere tutto questo ancora più entusiasmante quest’anno è il sospiratissimo ritorno sulle scene degli Zu, che daranno fuoco al palco del Magnolia insieme a Unida, Spirit Caravan, Lili Refrain, Ornaments, Destrage, Storm[o] e via andare…
Con buona pace dei Massive Attack, che suoneranno all’Ippodromo ma rischieranno di essere pettinati pure loro da questa apoteosi di rumore.