MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Live & Loud

Live & Loud (066)

| mercoledì 11 giugno 2014

Cartello_Dio_ascolta_gli_Slayer
Vale sempre lo stesso principio, quello della mannaia. Vale per tutta l’estate, e dovrebbe valere per tutta la vita. Da tanto, il poco. Dall’abbondanza, se e quando c’è, va sfrondato l’essenziale.

Giovedì si inizia a nord, prima da O’ con il nuovo laboratorio d’ascolto di Sincronie (alle 19.15), questa volta dedicato a Messiaen, poi alla Ciclofficina Unza! di Niguarda con la data annuale dei Newtone2060, che da quando si sono diffusi per il mondo sono diventati una rarità, ma che nel panorama dell’improvvisazione trasversale italica (e non solo) erano già una perla rara. Dopodichè si prosegue verso oriente, fino a Macao dove si incrociano le chitarre del bluesman psichedelico Tom Carter e della folksinger instabile BeMyDelay.

Il weekend è ridotto all’osso, forse perchè i milanesi saranno ormai già tutti sul Trebbia. Venerdì risorge per una sera la felice esperienza di InlandEmpire, lo fa al bar Love, in zona Porta Venezia, con Enrico Boccioletti, Flavio Scutti, Tonylight e Martino Nencioni. La stessa sera si apre una doppietta più o meno psicocosmica sul rivitalizzato palco di Cox18. Prima tocca all’immancabile Società Psychedelica che affianca al grunge-folk di King Dude le canzoni di Scout Paré-Phillips e l’elettronica di Ali Muhareb. Poi, sabato sera, seratissima da “circoletto rosso” con lo space-rock e le lente mazzate di Black Bombaim e Cosmic Dead. Potrebbe essere l’appuntamento-chiave della settimana, e se non lo è è soltanto per una questione religiosa, giacchè domenica -come ormai ogni inizio estate- arrivano gli Slayer. Questa volta al Live (Trezzo sull’Adda), questa volta affiancati ai coevi Anthrax, questa come ogni altra volta sicuramnete splendenti nella loro aggressiva divinità.

Anche il lunedì è all’osso, ma questa volta in termini più ricchi, e con osso si intende l’Osso Exotico, ensemble drone-percussivo di scena sul presto da O’; la serata poi si riempie tra il Laboratorio Novamusica di Giovanni Mancuso (all’Elfo Puccini) e l’ammucchiata rock’n’roll del Magnolia (Segrate) con Bud Spencer Blues Explosion, Sica, Lebowski, Waiting for Better Days e Moseek.

Pigra è la chiusa di settimana, come pigri sono i corpi fiaccati dal caldo e circondate dalle zanzare dell’Idroscalo, la cui caccia sarà aperta martedì al Magnolia di contorno ai classici dell’hard-rock a firma Turbonegro. Per poi chiudere tutto chiudendo pure la stagione del Divertimento Ensemble, mercoledì all’Auditorium del Sole24ore, con Donatoni, Grisey, Gervasoni, Bulfon e Durieux in un programma all’insegna di sax e piano.