MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Live & Loud

Live & Loud (028) – August Resistance

| domenica 11 agosto 2013

9168957663_24e487cb78_z

Consigli per una sopravvivenza auricolare all’agosto metrolombardo. Punto uno: uscite di casa ora, prima che tutti vadano in ferie, o fatelo via internet se preferite, ma compratevi un po’ di dischi, perchè le occasioni di ascoltare qualcosa di buono saranno rare, rarissime, pressochè nulle nelle prossime settimane… e perlopiù saranno fuori città, con buona pace della Milano dormiente. Punto due: allenatevi, alimentatevi e dopatevi a sufficienza, perchè per quel poco che c’è, la strada è lunga.

Neanche troppo lunga è la strada, in verità, per questa prima settimana, con sussulti di vita tra Segrate e Arese: al Magnolia giovedì va in scena il rockaccio lurido di Mondo Generator e Valient Thorr, mentre domenica 4 ci si sposta nelle osterie del confine messicano con Tito & Tarantula. Stesse serate, ma all’insegna dei suoni forti, per il menù di inizio mese dello SGA: un giovedì di punk HC dalla cortina di ferro con Scheisse Minelli e Svetlanas, e una domenica di grind, black-metal e post-HC con Jungbluth, O, Lamantide, Thy Solace e Revelations.

In città si torna martedì 6, sempre per l’immorale punk-rock, con Belvedere e Actionmen al Lo-Fi, per poi restare nuovamente sui confini urbani giovedì 8, tra il metal-core di Integrity e Hierophant al Magnolia e il pop cinematografico dei Comaneci al Carroponte (Sesto S.Giovanni).

Passato tutto ciò, c’è una settimana per prendere fiato e prepararsi al pendolarismo inverso tipico dell’agosto milanese, perchè agosto da sempre significa Brescia e la festa di Radio Onda d’Urto. Il programma è fitto e variegato come sempre, soprattutto per quanto riguarda la programmazione notturna della “Tenda Blu”. Nelle settimane da ferragosto in su sarà davvero l’unica compagnia possibile. Si parte martedì 14 con il rock poetico di Marco Parente, si passa al palco principale il giorno dopo con i padrini dell’hardcore melodico Pennywise, per poi virare sul rock americano più classico, tra i discepoli springsteeniani Gaslight Anthem (il 16) e il ruvido songwriter Chuck Ragan (il 19), che apre una 3 giorni fulminante: martedì 20 tocca al noise-rock dei Lucertulas sotto la tenda notturna, dove il giorno successivo si scontrano misteriosamente nella notte l’ambient lisergica di Enrico Ruggeri (un omonimo, ovviamente) e l’afro-rage dei Mombu. Un ricco antipasto che apre la portata principale della festa 2013, l’appuntamento di giovedì 22 con i Napam Death (con Bologna Violenta in apertura): proto-fondatori del grind-core, fustigatori di timpani da decenni e ancora vivi, cattivi e incazzati come se avessero 20 anni.

Ci vorrà qualche giorno per ripigliarsi, poi la settimana dopo si riapre Milano ma va anche a chiudersi la rassegna bresciano con gli ultimi appuntamenti di gusto: l’hard-stoner degli Zolle (il 27), il post-rock grattuggiato degli Ornaments (il 30) e infine la splendida arte di Simona Grentchen, che il 31 chiude mese e festa con le sue canzoni in equilibrio tra la tradizione e l’inferno.

Nel frattanto, passato l’ultimo weekend del mese, si risveglia anche la città, nelle sue propaggini più prossime, e lo fa con due giornate a volumi intensi: la prima è martedì 27, alla Fiera di Rho, con Deftones e Sistem of a Down; la seconda occasione – che è poi la più ghiotta di tutta l’estate – è l’appuntamento con il ritorno sulle scende dei Nine Inch Nails, in una serata resa ancora più interessante dall’apertura affidata ai Tomahawk, l’incarazione art-metal dell’infaticabile Mike Patton. Se sarete arrivati integri fino a questa serata, ecco, potrete dire di essere sopravvissuti ad un altro agosto.