MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Live & Loud

Live & Loud (007)

| mercoledì 6 marzo 2013

secretaries_01

Cose che avverranno nella settimana entrante: Napolitano consulterà alcuni comici, i cardinali prepareranno il conclave, precarissimi venditori di mimose invaderanno gli angoli delle strade e Peppe Grillo dirà un’altra serie di cazzate. Per prepararsi a tutto ciò, o per fuggirne il più lontano possibile, ci sono poi un bel po’ di musichine, tutte diverse, a scelta.

Stasera, mercoledì 6, è terreno di fricchettoni di ogni tipo: tra la psichedelia degli Eternal Zio (allo Spazio Concept), il kraut-prog capellone dei Sycamore Age (al TNT) e freak of nature Quasiviri (al Magnolia, Segrate).
Maledetti hippies che verranno spazzolati il giorno dopo, giovedì, dal metallo urlante degli Psychofagist (al Lo-Fi) e spinti nei paesaggi ipnotici proto-techno di Von Tesla e Mud Wise della nuova rassegna “Altrove”, figlia di “meta:Detroit” all’esordio al Q21. Di mezzo ci sono pure le atmosfere lo-fi folk-mediorientali di Gianni Giubilena Rosacroce (al Gabbianacci) e lo strano incontro l’hard-rock cannibale degli Edible Woman e il synth-pop rugginoso di Camilla Sparksss (al Leoncavallo).

Un uno-due impegnativo che introduce ad un venerdì da scelte obbligate. La rassegna TRoK! abbatte i fiorai dell’otto marzo con un bouquet di rumori delle donne del rock’n’roll, tra le esplorazioni sonore delle berlinesi Secretaries, l’art-punk delle Amavo e la balena noise Miranda. La Scighera festeggia la Fabbrica dei Botti, impro-sextet tra blues e jazz con -tra gli altri- E.Marraffa, Z.De Rossi e P.Botti. Mentre al Dal Verme l’ex musa Jane Birkin interpreta la musica del suo maestro Gainsbourg e all’Agorà (Cusano Milanino) arrivano i Saroos, progetto electropop sci-fi nato in parallelo a Lali Puna e Notwist.
E’ più tranquillo il sabato, con il prog-metal psichedelico dei Tongs (a Macao) che fa da contraltare alla riapertura della Buka che ospita la dubstep cervellotica dei Demdike e la techno di Substance, berlinese doc e dop.

Non fate troppo tardi, comunque, perchè se “Aperitivo in Concerto” è finito resta comunque molto altro per i risvegli domenicali: a questo giro il consiglio cade sui due pianoforti di Vakhtang Kodanashvili ed Edisher Savitski che suonano Rachmaninoff alla Scala (ore 11); ben prima di una serata da indie-proud con i bisnonni del genere Yo La Tengo al Limelight.

Denso e veloce è pure l’inizio settimana, almeno rispetto alle abitudini. Lunedì alla Salumeria della Musica arriva il soul-funk grezzo e ruvido di Cody ChesnuTT, mentre il Lo-Fi si conferma roccaforte del cuoio nero, tra doom e post-metal con i teutonici Long Distance Calling e gli islandesi Sòlstafir & Salis. Manca l’appuntamento abituale con il pre-serale del Gattò ma solo perchè rinviato al giorno dopo, martedì 12, con la sperimentazione elettronica di Alberto Boccardi che si fa in quattro per l’incontro con Matteo Bennici, Luca Rampinini e la cantante Adele H.

Poi si riuniscono la camera, il senato e il conclave.