MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Generazione (A)

Il 14 Novembre a Milano

| lunedì 12 novembre 2012

di Luciano Muhlhbauer

Ecco gli appuntamenti di piazza a Milano:
– alle ore 8.30, a Palestro, c’è il concentramento del corteo della Cgil, che terminerà poi in Duomo;
– alle ore 9.30, in L.go Cairoli, c’è l’appuntamento per la manifestazione degli studenti, che è stata promossa sia da Lab.Out-Casc-Rete Studenti, che dal Coordinamento dei Collettivi Studenteschi;
– a partire dalle ore 7.30, i lavoratori e la Rsu del San Raffaele in lotta contro i licenziamenti saranno in presidio davanti all’ospedale e verso le 8.30 circa si muoveranno in corteo in direzione p.le Loreto, dove a partire dalle ore 9.30 ci sarà il concentramento promosso dal Coordinamento lavoratori della sanità.

Il 14 novembre si sciopera e si manifesta in quasi tutta Europa contro le politiche dell’austerità e della troika. Certo, non è ancora lo sciopero europeo che ci vorrebbe, ma forse conviene vedere il passettino avanti, il bicchiere mezzo pieno. Già, perché è la prima volta da quando è esplosa la crisi che si realizzano degli scioperi generali contestuali in diversi paesi europei, cioè in Portogallo, Spagna, Grecia e Italia. In altri paesi del continente, invece, non si sciopera e ci saranno soltanto delle manifestazioni (sempre più tiepide man mano che si va verso nord).

La giornata del 14 novembre era nata dalla decisione della Ces (Confederazione europea dei sindacati) di promuovere una giornata europea di mobilitazione, ma poi è andata velocemente oltre, non solo a causa della proclamazione simultanea di scioperi da parte di alcuni sindacati aderenti, ma anche in conseguenza della convergenza dell’intero movimento sulla giornata.

Per quanto riguarda gli scioperi, la situazione è la seguente:
– la Cgil ha proclamato uno sciopero generale di sole 4 ore, salvo nella scuola e nei servizi pubblici, dove lo sciopero è invece per l’intera giornata;
– la Confederazione Cobas ha proclamato lo sciopero generale di tutte le categorie per l’intera giornata (per dettagli vedi sito Cobas), così come ha fatto l’Usi;
– inoltre, per quanto riguarda il solo comparto scuola, oltre alle proclamazioni di cui sopra, ci sono anche gli scioperi indetti da Cub-Scuola e Unicobas-Scuola.
– sul piano milanese ci sono, poi, anche adesioni allo sciopero di altre sigle in enti e aziende con vertenze aperte (Usb Regione Lombardia, tutti i sindacati del S. Raffaele ecc.).
Insomma, alla fine della fiera, la copertura per scioperare c’è in tutti in settori del pubblico e del privato (con le solite esclusioni di fatto, dovute al ricatto della precarietà o peggio).