MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Net Pet

I Mostri Mi Mangiano il Condominio!

| sabato 13 ottobre 2012

C’è un giochino app (sia per iPhone che per Android) che mi ossessiona da un paio di mesi. Me l’ha fatto conoscere mio fratello, che avendo 9 anni meno di è un GenY con un naturale talento per i videogames, che a me GenX è precluso: ho imparato a giocare a flipper prima che a Space Invaders e non ho mai colmato il gap. O almeno così credevo. Perché con Monsters Ate My Condo (M.A.M.C.) ho polverizzato il suo high score totalizzando ben 11,246,791,213 punti.

Il giochino è di uno sgargiante superkitsch con un bad taste di sapore decisamente nipponico, con colori ed effetti che ti saturano la retina. La scopo è semplice, tenere in piedi la torre del proprio condominio e allo stesso tempo nutrire i quattro schifosi mostri ai due lati del grattacielo, stando ben attenti a non farli incazzare (che se no causano un terremoto). Di cosa si nutrono l’unicorno blu queer, il feto canino cyborg, l’alieno bavarese monoculare e il cowboy granchio mutante? Ma di piani di condominio, da cui il nome del gioco, sviluppato da Pik Pok e Adult Swim Games.

Se però non gli dai al mostro il suo colore, cercando di fare tris cromatico (che fa scendere e consolida la torre pericolante, regalandoti un bronzo che accumulato con altri due bronzi fa un argento, che con altri due argenti fa un oro, che con altri due ori fa un diamante, e così via) – quello si agita subito emettendo fumetti di teschi cacca parolacce, sbuffando dalle narici e piangendo sguaiato come un neonato.

Insomma essendomi fatto Angry Birds in tutti i quadri in tutte le varianti possibile (Space incluso) temevo di non aver più nessuno altro passatempo digitale oltre agli scacchi sul telefonino (passione che ormai nn mi abbandonerà mai più – è troppo bello dare scacco matto a un computer). Avevo scaricato Amazing Alex, l’ingegnoso giochino della Rovio che però ha un basso livello di giocabilità (oltre un certo quadro, bisogna essere dei geni insuperabili dell’effetto domino meccanico-gravitazionale). Sul flop di Alex, gli sviluppatori degli uccelli arrabbiati hanno però costruito Bad Piggies, che usa gli stessi stratagemmi di Alex, ma non ti fa ripartire ogni volta da capo per costruire il tuo congegno, e soprattutto ha per protagonista gli eponimi maialini verde acido che per avere rubato qualche uova sono stati sottoposti a un suinicidio che di sicuro supera le decine di miliardi di unità, considerando i milioni di giocatori che sono stati chiamati a sterminarli ripetutamente, un quadro dopo l’altro, pur di non dover sopportare il risolino di sfida che i sopravvissuti sfoderano scanzonati dallo schermo dello smartphone.