MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Net Pet

Facebook ToS in lingua Raga

Daniele Salvini | lunedì 15 agosto 2011

Questa è la traduzione in “Raga” dei Termini di Servizio (ToS) di Facebook, si tratta di quelle pagine che dovresti leggere, quando apri un account. Quelle pagine scritte in legalese che quasi nessuno legge, e che si scorrono in fondo per cliccare su “Accetto”. Sono le condizioni contrattuali.
Speriamo che siano più leggibili in raga, perché il legalese, da leggere, fa veramente schifo.

(cioè, cazzo, mi hai capito. no? Questo è humor, ma il senso c’è. Ci saranno un sacco di parolacce adesso, se non ti va di leggerle, non continuare.)

    kudos all’autore originale: il seguente testo è derivato dall’opera di Miles Lothe “The Entire Facebook Terms of Service in Bro Speak”.

Queste sono le condizioni d’uso di Facebook, in Inglese naturalmente. Di seguito tradotte:

Il Contrattino di Facebook

Usiamo l’Inglese, raga. Si, ok l’abbiamo tradotto un pò per voi, ma se la traduzione dice qualcosa di
differente, allora vale l’Inglese. E quindici, se non stai leggendo questa roba in Inglese, tecnicamente non vale niente. Solo che adesso lo sai. Voi stranieri dovreste leggere la sezione 16: Le cazzo di Definizioni.

L’ultima volta che abbiamo pastrugnato con sta roba: 26 Aprile 2011

Statement of Rights and Responsibilities

Tutte queste regole sono basate su altre regole che non sono davvero regole, ma linee guida. Queste regole comunque sono regole reali e dicono cosa puoi fare e cosa non puoi fare su Facebook, e cosa noi possiamo e cosa non possiamo fare colla tua roba. Trattiamo il vostro utilizzo di Facebook esattamente come nel campetto di basket dietro casa si tratta il silenzio = consenso, saputelli.

1. Privacy

Oh raga, ci frega una cifra della vostra Privacy, per questo abbiamo scritto sta roba. Leggila, così sai cosa cazzo succede con la roba che posti, e non ci fai la scena madre del “ma come, Facebook, non ne so sega!” quando la tua roba viene ripubblicata. Così sai come funziona il giro del fumo e decidi cosa postare.

2. Sharing your Content and Informationqualunquecosa, mi capisci bene?) ci dai licenza di usarla letteralmente come cazzo ci pare fino a che è su. Non stiamo scherzando, possiamo buttare le tue foto in Photoshop e coprile di sombreri o di minchie volanti e pubblicarle su un giornale in Asia se ci gira di farlo. Inoltre, possiamo lasciare che i tuoi amici usino le tue robe come cazzo gli piace di fare a loro. Ma attenzione! Una volta che cancelli la tua roba, allora smettiamo di usarla. A meno che, chiaro come la luna, i tuoi amici ce l’abbiano ancora su.

3. Quando cancelli della proprietà Intellettuale, la cancelliamo anche noi allo stesso modo in cui tu cancelli i tuoi documenti! Tranne per il fatto che noi ci facciamo delle copie di back-up. Ma solo per un pò di tempo, e comunque non lasciamo che nessun altro li usi. Giurin giuretta.

4. Quando usi una applicazione che non abbiamo fatto noi – e sei libero di farlo, naturalmente, mica ci arrabbiamo – Ma gli rompiamo i coglioni tanto quanto tu ci permetti di farlo, e tu ti fai un contratto diverso e separato con loro sul cosa possono fare colla tua roba. Facciamo in modo che rispettino la tua Privacy. Ti teniamo il culo parato.

5. A volte quando metti su della roba, puoi condividerla con “Chiunque”. Giusto che lo sai, intendiamo chiunque. Chi. Un. Que. Ma se ci chiedono di chi è la roba, noi gli diciamo solo il tuo nome per intero e gli mostriamo una foto. E basta. Allora vedi di fare in modo che sia una bella foto.

6. A volte, capita a tutti, forse hai una bella idea! Ma che cazzo, siamo felici se hai un’idea. Se ce la vieni a dire a noi, forse ci piace e ti facciamo la festa attorno del tipo” bella zio! hai avuto una bella idea! La facciamo su sicuro”. ehi, ma, cioè non ti paghiamo comunque, non ci devi venire a dire come migliorare il nostro sito. Testa di cazzo. Grazie.

3. Safety

Noi vogliamo, davvero vogliamo che Facebook sia sicuro! Ma non possiamo prometterlo. Questa è Internet, raga! E’ come il cazzo di Far West là fuori! Ma abbiamo realistiche aspettative che tutti seguono queste regole, sempre.

1. Niente spam. Niente merdate, furbacchione, ok? Non stiamo scherzando: non ti provare a vendere qualcosa su Facebook senza il nostro permesso, né roba tua né roba di altri. Questo non è Secondamano, stronzetto.

2. Non essere un robot. Non usare neanche un cazzo di robot. Ascolta, non vorremo sembrarti robofobici ma non puoi usare robots, bots, spiderbots, scraperbots, Fembots, o qualsiasi altra cosa che non sia in buona fede uno stupido essere umano per collezionare informazioni.

3. Niente schermi piramidali, niente schema di Ponzi, niente aeroplano o qualsiasi altra truffetta finanziaria. Non ci provare neanche.

4. Niente virus su facebook. Non far correre nessun codice che possa danneggiare un computer (Bestia, non riesco a neanche credere che queste cose bisogna anche dirle).

5. non chiedere alla gente le loro informazioni per il login. Non mi interessa se si tratta del tuo compagno di banco o del tuo fidanzato. Non è il tuo Facebook. Non ci devi entrare.

6. Non fare il bullo. Ascolta, non so se hai visto il film ma Mark è davvero ipersensibile a queste cose come l’intimidazione o molestie, capisci? Lo sai anche tu, fai il bravo.

7. Libertà di parola? Non qui. Parole d’incitamento all’odio razziale, minacce, pornografia? Nooo. Dove pensi di essere, su di un forum ? Le leggi sulla libertà d’espressione non valgono su facebook, teste di cazzo. Dunque non iniziare rivolte, non vogliamo vedere violenza, e non vogliamo vederti il pisello. Ma cazzo, non vogliamo vedere nemmeno le tette! Lo vedi bene che non siamo gente che scherza.

8. ok, magari sei una società che vende alcolici, oppure recensioni di film porno. Va bene, va bene, anche gli adulti devono divertirsi, ma non lasciare che un 15enne impressionabile veda la tua roba. Controlla bene la data di nascita sulla carta d’identità all’ingresso.

9 Abbiamo fatto delle regole apposta per i concorsi. Se vuoi dare via della roba, segui queste regole.

10. Oltre a tutta sta roba, non infrangere la legge, non mentire alla gente, non fare discriminazioni. In generale, evita di fare il cazzone su Facebook. Tutte le cazzonerie sono bandite ufficialmente, chiaro?

11. Ci piace tenere la roba in ordine. Non ci rompere i coglioni, ok? Lascia che Facebook funzioni così come deve funzionare, o ci incazziamo e ti facciamo davvero brutto, chiaro?

12. Non infrangere queste regole. E se uno che conosci ti dice: “senti zio, posso fare questa cosa che le regole dicono di no?” Gli rispondi: “No, testa di cazzo, non puoi”. E se lui fa quello del tipo: “ma dai, io lo faccio lo stesso e poi vedo. Dammi una mano” Tu fai quello che dice: “No, io non voglio entrarci nelle tue cazzate”.
Noi.. noi ti ringraziamo per questo.

(continua con: 4. Registration and Account Security)