MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Net Pet

Facebook ToS in lingua Raga, parte 2

Daniele Salvini | mercoledì 17 agosto 2011

continua da qui: Facebook Tos in Raga, parte 1

4. Registration and Account Security

La gente deve usare il suo nome vero, il che è il succo, il senso e il nocciolo di Facebook. E vogliamo continuare così. E allora quando ti iscrivi, questo è quello che puoi e quello che non puoi fare. In modo che sappiamo che sei chi dici di essere.

1 Ovviamente, non fare casini. -Ma va?- E non fare casini agli altri. Ce ne sbattiamo altamente di quanto è buffo il tuo prof di biologia, forse tu pensi che il mondo lo debba sapere. No. Dunque non fargli una pagina facebook senza il suo permesso.

2 Un Facebook per persona. Sappiamo quanto tempo ci passerai dentro; non hai bisogno di un secondo profilo. Credici.

3 Se il tuo facebook è giù. Noi non c’entriamo. Hai toppato, e ora te ne starai nell’angolino come un moccioso. E non fare un altra pagina a meno che te lo diciamo noi.

4 Il tuo Facebook non è il tuo personale spazio dove fare il mercatino. Non stiamo dicendo che il tuo profilo non sia una fonte di profitto, dovresti vedere quanti soldi ci facciamo sopra noi. Stiamo solo dicendo che tu non puoi.

5. Se hai meno di 13 anni devi andartene. Fuori dalle palle, moccioso.

6. Non vogliamo nessuno che sia stato condannato per reati a sfondo sessuale. Se non puoi avvicinarti a un campo giochi, non puoi avvicinarti neanche a Facebook.

7. Tieni la tua roba aggiornata, Così se qualcuno chiama il tuo cellulare non si becca la tizia che ha avuto il tuo vecchio numero.

8. Hai notato che quando digiti la tua password non si vedono i caratteri? Indovina perché? Perché dovrebbe essere un fottuto segreto, ecco perché. Tu sei l’unica persona che deve poter entrare sulla tua pagina di Facebook.

9. Forse hai deciso di dare via il tuo profilo, o forse hai cambiato lavoro e vuoi dare a qualcun altro la pagina da tenere attiva. No. Non è roba tua quella, cazzone, è roba nostra. Dunque non dai via la pagina a meno che te lo diciamo noi. Per iscritto. Schiavo.

10. Ti lasciamo scegliere un username! In questo modo, invece fare copia-incolla di 500 caratteri alfanumerici scritti nel codice dei morti viventi puoi fare dei semplici links. Fai pure, mettiti a tuo agio. Ma non abusare di questo privilegio usando nomi osceni o pigliandoti marchi registrati o ti rimandiamo di corsa a scrivere in Etrusco.


5. Protecting Other People’s Rights

Noi.. cioè, bé, senti noi li rispettiamo i diritti della gente. Aha. *ehem*. Scusate. Senza scherzi. Noi li rispettiamo, e lo devi fare anche tu.

1. Guarda, davvero, non fare lo stronzo coi diritti degli altri. E vaffanculo per avertelo dovuto far dire e non esserci arrivato da solo.

2. Senti, noi non siamo cattivi. Siamo solo un pò severi. Ma se posti della roba che infrange le regole, ti chiudiamo la pagina così in fretta che non fai in tempo a chiudere il computer. Si, certo, puoi lamentarti, puoi anche denunciarci e andare in tribunale. Guardiamoci in faccia: sarà un processo serio e corretto.

3. Ascolta, se tu pensi davvero che puoi prendere qualcosa che è protetto dal diritto d’autore ti sbagli. Nessuno può farlo (tranne noi, ovviamente). A proposito, grazie ancora per averci lasciato fare quello che vogliamo colla tua roba. Davvero grazie. Dai anche un’occhiatina qui

4. Se ti cancelliamo, un motivo ci sarà. Ma potremmo anche sbagliarci. Prova a implorare clemenza e vediamo.

5. Infrangi i diritti di qualcuno una volta, vergognati. Infrangili due volte e ti cancelliamo così forte che neanche il tuo MySpace ti vorrà indietro.

6. Hai visto il logo nell’angolo? figo eh? Si. L’abbiamo fatto noi! Con un sacco di altri marchi depositati. No, non lo uoi usare, e neanche qualcosa che lo ricorda da lontano. Non vogliamo mica che la gente pensi che siamo legati in qualche modo, vero?

7. Senti, ci sono un sacco di informazioni qui su un sacco di gente. Roba utile, informazioni, giusto? Ok. non li puoi avere, a meno che tu non dica a tutti che cosa vuoi usare e come, e che ti dicono (per iscritto) che è ok. Chi ti credi di essere, noi?

8. Anche se qui c’è un sacco di roba facilmente accessibile, non mettere roba troppo privata come carte d’identità o dati bancari quassopra; questo non è mica il database della CIA. Per quanto ne sappiamo.

9. Si, abbiamo fatto in modo che fosse super facile invitare gli amici e fare i tag sulle foto eccetera. Così facile che puoi aver pensato che noi volevamo che tu li invitassi. Potresti addirittura essere tentato di farlo. Ma non farlo, a meno che non hai il loro permesso. Non mandare una email con un invito a Facebook a qualcuno a meno che non hai il suo permesso. Fai pure, non ci disturba se gli mandi una email per chiedergli il permesso di mandargli una email con un invito a Facebook. Noi aspettiamo qua.

6. Mobile

1. Se pensi che siamo degli stronzi, Dovresti provare ad avere a che fare colle compagnie telefoniche. Noi lasciamo che tu usi la nostra roba gratis sul telefono; sono loro che si fanno pagare per i messaggini di testo.

2. Facci sapere quando cambi numero di telefono, così non ti telefoniamo tutti preoccupati che non rispondi agli sms. E poi, pensaci, il tuo numero sarà stato passato a qualcuno che abita la stessa città, tu non vuoi che questo qualcuno legga i tuoi messaggini. A proposito. hai 48 ore di tempo per informarci.

3. Lasciamo che la gente sincronizzi i numeri del telefonino con facebook, perché viviamo nel futuro e siamo i figli delle stelle. Questo vuol dire che se tu non vuoi che un compagno di scuola rompicazzo veda il tuo indirizziario, devi nasconderglielo. Non ti venire a lamentare con noi quando cominci a ricevere telefonate di notte da uno che ansima.

7. Payments and Deals

1. Se usi Facebook per completare una transazione, ci lasci allora controllare anche una botta di roba

se compri qualcosa, allora sei d’accordo con QUESTO

se vendi qualcosa, allora sei d’accordo con QUESTO

il tutto comprende più o meno ogni aspetto della transazione che tu e il nostro gruppo legale possa immaginare oggi. Ah, si, cioè, è per la tua sicurezza.

8. Special Provisions Applicable to Share Links

C’abbiamo sta cosa superfiga che permette alla gente come te di postare la tua roba da ovunque nella rete direttamente sul tuo Facebook! E te la lasciamo usare se vuoi. Tutto quello che devi fare è lasciare i contenuti su Facebook, non è domandare troppo, vero? Capisci bene: se metti il bottone “Share” sul tuo sito e non vuoi che la gente condivida la tua roba allora sei stronzo. In ogni caso, stai all’occhio di non rompere qualcosa con le tue cosette altrimenti ci portiamo via il bottone e andiamo tutti a casa.

1. Noi ti diamo il permesso di usare il bottone “Share” sul tuo sito

2. Tu ci dai il permesso di usare i link e i contenuti in Facebook

3. Non metterai un bottone “share” su una pagina che viola in qualche modo una delle nostre regole.
Non ci venire a rompere i coglioni.

Continua con: 9. Special Provisions Applicable to Developers/Operators of Applications and Websites

(wow! qui smettono di usare i guanti 😉