MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Leftism

Expo: 36 Ghisa Precari a rischio licenziamento

| mercoledì 18 novembre 2015

20151005_165613
Nessun passo avanti per gli oltre 180 dipendenti a tempo determinato del Comune che si trascinano da anni in condizione di precarietà. La Giunta Pisapia, per bocca dell’assessora Bisconti, ha espresso il suo no alle proroghe dei contratti in essere lasciando a bocca aperta i delegati sindacali di tutte le sigle, nonostante i passi avanti nella definizione di tempi e modalità di circa 450 assunzioni dal 2015 al 2017. Tra i servizi a rischio dopo il 31.12.2015 oltre a diversi sportelli, come quello dei tributi e della cittadinanza di via Larga 12, c’è anche la sicurezza dei milanesi. 36 i giovani agenti formati per Expo 2015 che rischiano il posto nonostante l’enorme cifra spesa dal Comune, quindi da tutti i cittadini, per la loro formazione: 116.000 euro. ‘Una decisione inspiegabile’, ci spiega Valeria una delle precarie dello sportello tributi, ‘Visto che dal 1 gennaio al nostro posto, ad aiutare i cittadini nel pagamento di Tares e Tasi arriveranno dei dipendenti della ditta esterna Engeneering, pagati a cottimo. Non ci stiamo a fare lo stesso lavoro, pagati un terzo di quel che siamo oggi. E’ questo il modo di risolvere il problema della precarietà di questa amministrazione? A rischio anche tutta la riorganizzazione dei Servizi sociali voluta dall’assessore Majorino, visto l’esiguo numero di assunzioni previste per quel settore, con sportelli spesso tenuti in piedi da personale precario. L’assessora Bisconti ha però voluto rimarcare i passi avanti fatti dalla trattativa, che permetterà di bandire presto diversi concorsi, per posizioni e profili oggi in forte difficoltà, come quello dei custodi museali o dei nidi. ‘L’amministrazione ha fatto un grande sforzo, sono 23 i milioni di euro che abbiam messo sul tavolo. E’ un peccato non condividere questo impegno’.
Se le mancate proroghe rischiano di mettere in ginocchio via Larga, è il licenziamento degli agenti di Polizia Locale quello che fa più discutere. ‘La sicurezza dovrebbe essere un bene da preservare, soprattutto quando coinvolge degli agenti giovanissimi, pronti a dare tanto per la propria città’, ci spiega uno dei sindacalisti presenti al tavolo, ‘Non possiamo lasciar fuori gli agenti da eventuali proroghe. Ci rivolgiamo alla Giunta e soprattutto a chi vuole ricandidarsi alle prossime elezioni (l’assessore al personale Bisconti è tra questi). Siamo sicuri che in questo momento, con tutto quello che sta succedendo nelle altre città europee, i milanesi capirebbero questi licenziamenti?