MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

LASEMANA

febbraio 14, 2018

Le Belle Bandiere il PCI come nessuno ve l’ha mai raccontato

@ Spazio Ligera via Padova, 133, 20127 Milano

LE BELLE BANDIERE
La storia del P.C.I. come nessuno ve l’ha mai raccontata

Uno spettacolo di: Federico Riccardo Chendi
Accompagnamento musicale: Pier Adduce
Letture: Roberto Carusi
Regia: Riccardo Bernini

(…) Uno straccetto rosso, come quello
arrotolato al collo ai partigiani
e, presso l’urna, sul terreno cereo,
diversamente rossi, due gerani.
Lì tu stai, bandito e con dura eleganza
non cattolica, elencato tra estranei
morti: Le ceneri di Gramsci… Tra
speranzae vecchia sfiducia, ti accosto, capitato
per caso in questa magra serra, innanzi
alla tua tomba, al tuo spirito restato
quaggiù tra questi liberi. (O è qualcosa
di diverso, forse, di più estasiato (…)
Pier Paolo Pasolini, Le ceneri di Gramsci.

Questa è una storia triste vi avverto, se proviamo aimmaginarnel’inizio comeBordiga,Gramsci e Togliatti,il finale appare quasi tragico, con Bersani, D’Alema e Renzi. È una storia di grandi personalità, alcune discusse, altre amatissime dalle masse,ma è anche e soprattutto una storia collettiva, una storia fatta di belle persone e di belle bandiere. Una storia che non sarebbe stata scritta senza l’aiuto dei milioni di donne e uomini che ci hanno creduto, che hanno lottato per queste bandiere rosse, che le hanno portate con orgoglio nelle manifestazioni, che sono mortistringendole in mano, che, infine, sono stati costretti a metterle in soffitta. La storia del più grande partito comunista dell’Occidente, il P.C.I., è una storia fatta di tante sconfitte, qualche importante vittoria, e soprattutto è fatta di tante piccole storie individuali, spesso dimenticate. Perché proprioadesso che la sinistra in Italia è diventata ben poca cosa, che è del tutto marginale in quasi tutto il Paese, che si è divisa in un rivolo infinito di partitini sempre più piccoli e autoreferenziali, è bene ricordare che erano tanti i comunisti in Italia nel dopoguerra, erano milioni gli elettori, i simpatizzanti, i militanti, i dirigenti del P.C.I.. In questo momento storico ci appare significativo volgere lo sguardo al nostro passato, con qualche nostalgia e con un pizzico di ironia. Ovviamente il nostro sarà un racconto parziale, per niente esaustivo, sommario e forse anche di parte, ma il fatto stesso di parlarne oggi è forse una speranza per il futuro della sinistra italiana.
Mercoledì 14 febbraio ore 21.30 presso lo SPAZIO LIGERA via Padova 133, info@ligera.it-335251864