MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Sub/Culture

E' primavera, svegliatevi bambini

| giovedì 17 marzo 2011

E’ primavera, svegliatevi bambini… altrimenti Pippo Gilbert vi anticipa di sicuro, e non è detto che la cosa non avvenga anche se siete svegli. Un appello, non augurio, rivolto a tutto il gruppo, dopo la dimostrazione di stile e superiorità data dal vallone sul traguardo di Castelraimondo alla Tirreno-Adriatico. Secondo weekend vincente di fila in terra d’Italia, con lo sguardo lungo verso il terzo, verso quel Poggio che ha contribuito parecchio alla notorietà mondiale di Pippo negli ultimi anni.
E mentre la corsa dei due mari si conclude, premiando l’inarrivabile professionalità di Cadel Evans e mettendo in luce la strana coppia formata da Scarponi e da un incredibile Cunego (l’incredibile è il fatto che se le pedala davvero, sembra tornato indietro di 5 anni), il gruppo si chiede come riuscire a battere Gilbert a Sanremo.
Compito “facile” per le ruote veloci, cui basterà tenere il passo e giocarsela all’arrivo, nascondendosi come Oscarito Freire o sfoggiando potenza come sta facendo il Campione del Mondo Hushovd, dietro di lui
due compagni d’elite come Farrar e Haussler, e poi i mestieranti dello sprint, chi più chi meno: Cavendish, Petacchi, Boonen, Modolo, Belletti, Goss, Galyzmianov, Haedo…
Compito molto piò ostico sarà quello che avranno i corridori deputati a movimentarla questa Sanremo, specie se mancherà Danilo Di Luca, il ritorno gradito del più spettacolare ciclista dello stivale. Ci possono però essere un ritrovato Ballan o il suo compagno Van Avermaet, e poi Scarponi, Sagan, Cancellara, Offredo, Visconti, Poels, Langeveld, Muravyev, De Gendt… ma il bello sarebbe stato vedere in strada Thomas Voeckler, garanzia di divertimento e vincitore di due tappe in una Parigi-Nizza che ha mostrato il talento di Tony Martin e di alcuni vecchietti, ma soprattutto lo stile infinito di Bradley Wiggins, che sente i mondiali su pista dietro l’angolo, e si trasforma in un razzo-missile. Difficile che punti su Sanremo, lì ci sarà già sufficiente artiglieria per un sabato di fuochi d’artificio.