MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Sub/Culture

E' giunta l'ora

| martedì 27 marzo 2012


Consigli per sopravvivere all’arrivo della primavera. Primo: avanzate l’orologio di un’ora secondo quanto stabilito dal passaggio all’ora legale (per inciso: è questo il motivo per cui da due giorni arrivate ovunque con largo anticipo). Secondo: quando tornate a casa, mettete dischi di musica frizzante e sorprendente, improvvisazione radicale, free jazz o simili; solo tra una decina di giorni, quando gli ormoni si saranno placati, si potrà tornare a venerare il dio metallo. Terzo: bevete birre fresche (in quantità), prendete la bicicletta e andate a sentire tutti i concerti che trovate all’orizzonte. Ecco qualche indicazione.

Iniziate stasera, martedì 27, con una proposta perfettamente in linea con quanto scritto sopra, visto che a O’ arriva Nate Wooley, fenomenale trombettista free-jazz dalle sonorità più disparate, l’uomo giusto per iniziare a scardinare i cardini.
Cardini che esploderanno la sera dopo al Magnolia, quando si celebra la messa nera per sancire la morte della gloriosa etichetta Bar La Muerte, a tenere la funzione sono invitati OvO, Zeus! e Fuzz Orchestra.

Il 29 è serata di pausa riflessiva (a meno che non ci sia modo di andare fino a Torino, trasferta utile perchè al Paso ci sono i Neptune), ma è anche occasione formativa: come ogni ultimo giovedì del mese torna il Laboratorio d’ascolto di Sincronie, ancora a O’, che questa volta sarà dedicato all’ascolto, sovversivo ed affascinante, della musica all’incontrario.

Venerdì è serata ricca, da scelte forzate. Al Leoncavallo torna la rassegna DaunTRoK!, per l’occasione in versione hip-hop, anche se qui non ci sono catenazze d’oro e limousine bianche, bensì rumori incalzanti a reggere il viaggio ipnotico degli Uochi Toki e la furia espressiva di IconAclass (nuovo progetto solista di Will Brooks dei Dalek). Intanto il folle menestrello rock Stefano “Edda” Rampoldi (già voce dei Ritmo Tribale) si prende il palco inedito del Circolo Bellezza, mentre al Baraonda (Segrate) si sta in equilibrio tra ambient e industrial con L’Ocean, Filthy Generation e Music for the Space. Equilibrismo che si ripete nella sfida tra batteria di Tao Drums (Carlo Garof vs. Cristiano Calcagnile) alle Officine Morghen, in Bovisa. E siccome quando c’è abbondanza c’è sempre un po’ di hardcore, e siccome l’hardcore ha ormai la sua nuova Londra nella verde Brianza, ecco che all’Honky Tonky di Seregno arrivano i leggendari Raw Power (con The Stupid e Crashbox), a litigarsi il pubblico pogante con il crossover degli (Hed)P.E. al Bloom di Mezzago.

Dopo cotanto venerdì, il sabato è solo un passaggio (con gli psychobilly olandesi Anomalys al Lo-Fi o il trio Iriondo/Cerini/Calcagnile all’Area di Carugate) per approdare alla folle domenica del Bitte, quando sul palco salirà il trio nato dall’incrocio tra Akron/Family e Kid Millions, una miscela esplosiva tra folk, psichedelia, noise, caffè e grappa. Tutti gli aromi della primavera.