MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Generazione (A)

Domenica a Milano e nel Mondo con la gente della Siria massacrata da Assad

| martedì 7 gennaio 2014

alepposorrow

Sit-in e corteo: DOMENICA 11 GENNAIO
MILANO h15:00 pzza Cairoli ang via Dante
(conclusione in Duomo con flash mob)

La Siria è in fiamme! Più di 135.000 persone sono state uccise e sono circa nove milioni gli sfollati. Sono due milioni gli uomini e le donne strette dall’assedio imposto dall’esercito del regime, la metà dei quali bambini. Nelle aree assediate non arrivano aiuti alimentari o sanitari, in alcuni casi da oltre 18 mesi. Affamare civili innocenti è un crimine contro l’umanità così come l’uso di armi chimiche. Sono circa 200.000 i detenuti politici nelle prigioni del regime, torturati e spesso sottoposti a violenze sessuali.

Attivisti e attiviste per i diritti umani e siriane/i in tutto il mondo lanciano una “Giornata mondiale di solidarietà con la Siria” per proteggere il popolo siriano sottoposto a uccisioni di massa. Migliaia di persone manifesteranno unite l’11 gennaio, in oltre 40 Città e 20 Paesi del mondo. Chiederanno l’apertura di corridoi umanitari, il rilascio dei prigionieri politici e il deferimento alla Corte Penale Internazionale di tutti i criminali di guerra, per accendere i riflettori sul prossimo vertice di Ginevra.

Stando ai dati delle Nazioni Unite, le forze armate e di sicurezza siriane sono responsabili di uccisioni illegali, anche di bambini, personale medico e pazienti ospedalizzati. In alcuni casi particolarmente gravi, intere famiglie sono state trucidate nelle loro stesse case . Questi sono i motivi per cui attivisti ed attiviste per i diritti umani e siriani/e in tutto il mondo si sono uniti nel chiedere di agire. La “Giornata della Solidarietà ” si terrà in 20 paesi in tutto il mondo: Germania, Regno Unito, Italia, Stati Uniti, Paesi Bassi, Spagna, Francia, Finlandia, Austria, Belgio, Irlanda, Svizzera, Polonia, Grecia, Russia, Canada, Argentina, Kenya, Indonesia, Messico. Si raccoglieranno anche firme per una Petizione alle Nazioni Unite ed ai Governi in vista degli imminenti colloqui di Ginevra, che faccia pressione per l’apertura di corridoi umanitari fino alle zone assediate, per il rilascio dei prigionieri politici e la creazione ed il sostegno ad un governo di transizione che non includa criminali di guerra.

La Giornata è sostenuta dalla Coalizione Nazionale Siriana, dalle principali Associazioni dei siriani
democratici di tutto il mondo, dalla Campagna per rompere l’assedio (Break_Siege #Syria), dal Movimento Internazionale di Solidarietà “Sciopero della fame per la Siria” ed è aperta a tutte/i coloro che condividono queste analisi ed obiettivi.