MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Cultur(A)

Cultur(A) – La ballata del Pelè

| mercoledì 7 marzo 2018

Roberto Farina e Giancarlo Peroncini “La ballata del Pelè”, Milieu

In questa rubrica abbiamo parlato già più volte di Roberto Farina, scrittore celebre per le sue biografie di artisti (Andrea Pazienza., Giandante X, Costantini). Questa volta Farina ci raconta la vita e le storie di un grande della Milano sotterranea, il “Pelè”. Classe 1942, nato da umilissima famiglia lombarda, cresce nella Milano della ricostruzione pescando rane insieme ai due fratelli maggiori e arrabattandosi nei vicoli scalcinati della zona sud della città. Avendo consociuto la fame, abbraccia l‘etica della “ligera”, la malavita romantica che esisteva a Milano prima dell’avvento della criminalità organizzata, e frequenta i “suoi” luoghi: osterie, bar, trattorie.

Il racconto ha come scenario sia la strada, e il “lavoro” di strada (furti e ricettazione in sostanza), sia questi luoghi di socialità, veri e propri “centri sociali” ante litteram. Il racconto è costellato di una sfilza di (anti?)eroi popolari, che resistono al destino del lavoro di fabbrica, cercando una dimensione di vita alternativa, che oscilla tra la piccola criminalità “leggera” e l’arte più o meno popolare. Musica nel caso del Pelè, scrittura nel caso di Bruno Brancher, trasformismo come nel caso del Wanda.

Nostalgico, irriverente e a tratti edulcorato, il libro offre una carrellata di storie uniche, raccontate con passione dal buon Pelè e raccolte da Farina con massima attenzione ai dettagli. Allegato un cd con esecuzioni dal vivo di brani di mala eseguiti dal Pelè insieme a Nadir. Consigliatissimo.