MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Cultur(A)

Cultur(A) in pillole feat Giubbonsky, Eell shous, Rankore

| sabato 15 giugno 2013

970427_10151471229418218_891971481_n

Gibbonsky, Testa di nicchia, vrec.it

Guido Rolando ha trent’anni di militanza musicale alle spalle. L’ho visto suonare con Officine Schwartz, incredibile ensemble industriale che non aveva nulla da invidiare ai Laibach. E poi con Contrabbanda e Banda degli ottoni, vere e proprie istituzioni della Milano sotterranea che tanto amo.
Giubbonsky è il suo progetto solista, in cui chitarra in mano e sax al fianco, contunua il suo straordinario viaggio muscale.
Testa di nicchia è un progetto cantautoriale composto di undici tracce, che parlano di amore, sogni, speranza, odio per l’ingiustizia.
Dalle note del disco traspare un grande amore per la musica degli anni 50/80, da Buscaglione (“Povero Gatto”) a De Andrè passando per Ivan della Mea e Branduardi.
Decisamente più rock le ultime due tracce “Tasta di nicchia” e “Bronx”. Proprio un bel lavoro!

Qua ci sono i link per ascoltare e comprare le tracce!

http://www.giubbonsky.it/

Eell Shous, Spazzatura, Irma

Gli Eell Shous li ho visti dal vivo, in un’esibizione a metà tra slam e concerto hiphop al c.s Baraonda di Segrate, e ho avuto modo di apprezzarne qualità canore e performative.
Ma parliamo del disco: undici tracce ben costruite, a cavallo tra hop elettronico, dubstep morbidoso e dancehall in versione tricolore.
I testi sono ironici e dissacranti: “Proteggity il Collon” è una specie di manifesto del duo (http://www.youtube.com/watch?v=YHpXOotBLoA) , una delle tracce migliori assieme a “Spazzatura”, i cui suoni iniziali ricordano il sound isolazionista (http://www.youtube.com/watch?v=RcoUvCaLFto)
Ben scritta “Tritacervelli”, in cui le lunghe lingue del duo milanese danno il loro meglio. Di questa ultima, sfortunatamente, non trovo il video.
In compenso vi giro il link de cui potete comprare il cd e sostenere questi due talentuosi giovani.

http://www.irmagroup.com/

Rankore, No master no god, Csoa Gabrio

Il suono dei Rankore è a cavallo tra punk hardcore militante e melodie popolari e si inserisce nella potente tradizione rock del capoluogo piemontese.
Le dodici tracce del cd sono godibili, incazzate e fresche, arricchite dalle voci di Johnny e di Ely e dai cori di Giò e Renato.
Particolarmente bella l’interpretazione de “Il Galeone”, di cui ho trovato un video online (http://www.youtube.com/watch?v=pFvacPoWVn8). “Caserio” e “Inno individualista” sono degli evergreen di cui apprezzo le versioni combat rock.
“No master no god” è un cd autoprodotto da Csoa Gabrio e palestra poplare Dante di Nanni, due realtà militanti torinesi.
Il cd lo trovate a prezzo politico negli squat, nei centri di documentazione o ai concerti Rankore. Avanti così ragazzi, venite a trovarci a Milano!

Se vuoi che il tuo cd, vinile, dvd o libro sia recensito inviane una copia a questo indirizzo:

Pablito el drito c/o Agenzia X

via Ripamonti 13 
20136 Milano