MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Cultur(A)

Cultur(A) – I Love Hacking!

| martedì 29 gennaio 2013



A cura di Emmanuel Goldstein, I love hacking – il meglio della rivista 2600…, Shake, Milano.


Emmanuel Goldstein, direttore ed editore della rivista 2600, ha raccolto il meglio di 25 anni di storia editoriale in un volume, tradotto magistralmente da Sabrina Murer, che Shake propone ora in edizione italiana.
La storia di 2600 inizia nel 1984, agli albori della rivoluzione che ha portato i computer al di fuori dei centri di calcolo per renderli strumenti alla portata di tutti.
Da allora fino ad oggi 2600 ha seguito sia lo sviluppo della tecnogia telematica / informatica, che ha smonatato e radiografato grazie al contributo dei suoi collaboratori e sostenitori da tutto il mondo, sia il dibattito su privacy e diritti nell’era digitale.
Il verbo “Hackerare” significa esplorare, smontare, creare e ri-creare sistemi.
Mettere alla prova le tecnologie, verificarne il funzionamento o le eventuali disfunzioni, la loro sicurezza o meno.
Non certo distruggere o danneggiare, come politici disinformati, multinazionali interessate solo ai profitti e stampa sensazionalistica ci hanno voluto fare credere.
Questo libro rende gustizia alle centinaia di storie di giovani innovatori libertari, mossi da un sano invidualismo tipicamente americano, dall’amore per la libertà d’informazione, che da sempre si battono per uno sviluppo tecnologico a misura d’individuo.
Il testo è vivamente consigliato a tutti gli appassionati di tecnologia, ma anche a tutti coloro a cui sta a cuore la libertà indididuale, sempre più minacciata dal potere statale (vedi caso Assange o censura in Cina) o da quello delle multinazionali (vedi strapotere di Google, Microsoft, Apple).

Si compra qui. http://www.shake.it/index.php?51&backPID=51&productID=631&pid_product=51&detail=