MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Cultur(A)

Cultur(A) – Experi-mental & Emile Henry

| lunedì 23 giugno 2014

Print

Experi-Mental “Dance dance dance. The outsider’s exploit”

Experi-Mental, collettivo milanese con 15 anni di storia e numerose collaborazioni alle spalle (99 Posse, Sigma Tibet e Punkreas tra gli altri), rilascia la sua ennesima produzione su cd.
“Dance dance dance”, titolo dell’ultimo lavoro, non lascia adito a dubbi: questa è roba fatta per far muovere il culo.
Il suono è infatti tra pop e elettronica: ricorda Leftfield per l’attitudine “dubbish” e digitale, Propellerheads per gli elementi funk (basso preponderante) e soul (i backvocals danno spazialità e tiro), KLF per quanto riguarda il rap di alcuni pezzi (“Ufo’s meeting”). A tratti pure i grandissimi Underworld.
Fin qui niente di nuovo: questa è un po’ la cifra abituale di Experi-Mental.
Però questa volta la loro proposta è più easy che in precedenza: “Dance dance dance”, terzo pezzo, è pura disco music, “Progressive change” è un pop leggero, progressivo, come anche “Try to catch a rainbow” e “Nightoove”, pezzo ipnotico arricchito da una bella parte di piano.
In “Exp-m”, track decisamente uptempo, si sentono echi dell’hardcore continuum.
“Dance dance dance” è fatto per il dancefloor e recupera quell’atmosfera arena-rave che fa rimpiangere i vecchi tempi delle techno utopie anni novanta. Però non riesce ad uscirne.

Info su: www.experi-mental.net

cop

Émile Henry,”Colpo su colpo”, Bepress

Un libro che ripercorre la vicenda umana e politica di Émile Henry, anarchico individualista francese condannato a morte nel 1894 per aver realizzato due sanguinosi attentati dinamitardi nella capitale francese.
Sullo sfondo della sua vicenda personale c’è quella di una Parigi post comunarda in cui le classi dominanti spacciano sogni di progresso ad un proletariato industriale sempre più irregimentato, sfruttato e sofferente.
“Colpo su colpo”, tramite le carte del processo ad Henry e altri suoi scritti, ci racconta i sentimenti e le passioni di un’epoca in cui la scienza faceva passi da gigante garantendo un progresso materiale cui non corrispondeva nessun progresso per le classi lavoratici.
Lo slancio rivoluzionario di Émile Henry si contrapponeva non solo al dominio della borghesia, ma anche al socialismo progressista e riformista che a suo avviso ostacolava il cammino della rivoluzione.
Per questo scelse la “propaganda del fatto” al posto della teoria. Cito alcune sue eloquenti parole:
“Attraverso l’Europa intera donne, uomini che rifiutano l’oppressione, lo sfruttamento, la miseria, colpiranno: pugnali, rivoltelle, bombe, tutte le armi saranno utilizzate. Saranno attaccati i simboli di quest’ordine iniquo”.

Potete ordinarlo qui http://www.ibs.it/code/9788896130377/henry-emile/colpo-colpo.html

Se volete che i vostri libri, dischi, cd o fumetti siano recensiti inviatene una copia a:
Pablito c/o Agenzia X
Via Ripamonti 13
20131 Milano