MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Mi Low Cost

BTomic

| martedì 28 giugno 2011

Ora che è venuto finalmente il caldo i milanesi cominciano a defluire verso il mare. La Spezia e la riviera di Levante sono popolari destinazioni per ferie più o meno ridotte a causa della crisi. Se capitate a Spezia e pensate che sia una città brutta e senza attrattive culturali, cercate meglio perché potrete trovare un angolo dell’East Village newyorkese al BTomic, questo bar lounge che è stato inaugurato domenica nei pressi di Piazza Brin, una bello spazio umbertino circondato da portici con una fontana modernista mosaicata al centro, che una volta era l’epicentro della Spezia operaia degli arsenalotti e oggi è un mix caliente d’immigrazione latina e ceti popolari indigeni che condividono la passione per gli sgabei, il gnocco fritto locale.

Piazza Brin era uno dei luoghi amati dal compianto Gianluca Lerici aka Professor Bad Trip, l’indimenticabile artista underground stroncato nel 2006 da un infarto. Oggi in una via laterale due suoi amici, il queer performer Gianluca in arte Miss Q Lee (a Milano si è esibito al party di Cattelan prima che il Dito fosse disvelato in Piazza Affari) e il fotografo Jacopo Benassi (ha esposto anche alla Cueva) hanno lavorato mesi con Lorenzo, Roberta ed altri amici per trasformare una vecchia sala da biliardo nel BTomic. In molti sono reduci dall’avventura del Portrait di via Rattazzi, dove i ventenni spezzini in cerca di cultura alternativa si congregano volentieri ogni notte.

Il BTomic si compone di un canestro da basket posto sopra l’entrata con rampa per disabili da cui si accede in un ampio vestibolo con divani e arazzi di cervi che fanno da frangiflutti prima di arrivare al lungo bancone del bar (su cui campeggiano le corna scheletriche del papà di Bambi), che per l’inaugurazione era pieno di spiedini di frutta, accompagnati da bicchieri di prosecco e coppette di gelato. Tutta la spezzinità eretica è affluita per l’occasione, da Benzo, cantante della seminale punk band i FallOut e amico inseparabile di Gianluca Lerici, al comico Vergassola e all’autonomo senza frontiere GP per arrivare a MilanoX, per l’occasione presente con la tshirt di Yuri Gagarin.

Tutta la mobilia è riciclata e rielaborata in modo creativo da Jacopo Benassi, che è un po’ l’art director, mentre Gianluca è la mente gestionale e operativa senza cui nulla sarebbe possibile. Ogni oggetto d’arredamento è un pezzo a sé. Mentre meditavo sulle mie sfighe, mi è caduto l’occhio sui cartellini che pendevano dalle sedie. La sedia modificata con cinque schienali si chiama “Ernia”, un’altra si chiama “Legami” ed è tenuta insieme da fascette di plastica, e via in un crescendo di arredamento readymade che speriamo mandi il fondatore di Ikea nella fossa. Anche le vecchie lampade verdi da biliardo sono state recuperate, mentre i muri non sono stati riverniciati, riportando alla luce tutti gli strati di colore delle passate incarnazioni del luogo. Presto un catalogo online esporrà l’intera collezione dell’arredamento BTomic.

Tutte le piante decorative sono cactus. Nel seminterrato, oltre al magazzino, sta un imponente radio mixer da cui gli animatori del BTomic intendono lanciare una web radio che racconterà i fermenti dell’Altra Spezia e proporrà selezioni musicali à la crème, dal jazz all’hardcore, dal postpunk alla techno, come quelle ascoltate domenica sera. BTomic or BDead.

BTomic
via Firenze 27 (vicino alla Stazione)
La Spezia
Aperto dal martedì al sabato, h18-24