MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Sub/Culture

Book Pride: a Milano la fiera dell'editoria indipendente

| sabato 21 marzo 2015

10985262_1534346130164397_8690748449011489640_n

Book Pride, ovvero la prima fiera dell’editoria indipendente sbarca a Milano dal 27 al 29 marzo.

Oltre 100 case editrici, diverse decine di presentazioni, incontri con autori e un ricchissimo programma culturale di altissimo livello.

La differenza è il tema scelto da ODEI per questa nuova avventura. La cooperativa Doc(k)s–Strategie di indipendenza culturale invece è l’organizzatore logistico dell’iniziativa.

Milano e la Lombardia sono i primi consumatori di libri in Italia. In Italia, paese dove tutta la distribuzione di libri è nelle mani di soggetti prossimi al monopolio e cinque grandi gruppi si contendono lo scettro dell’egemonia culturale, esistono diverse decine di esperienze editoriali che in maniera differente vivono, alimentano e arricchiscono il mercato libraio italiano. Oltre che la cultura.

Book Pride è la fiera che mette in piazza l’orgoglio indipendente e differente di intendere la produzione culturale. Essere oltre l’omologazione è una scelta di vita, una scelta di parte, soprattutto in un momento storico dove il capitale e le sue logiche fanno della sussunzione di intelligenze, idee e capacità un mantra. L’indipendenza è una forma di resistenza e di alternativa reale.

11006450_1530862377179439_4859396011961426852_n

I Frigoriferi Milanesi sono la location scelta. E siccome di differenza e indipendenza si parla Book Pride offrirà ai suoi visitatori un’enoteca che riprende i concetti sulla produzione e distribuzione del vino che prima Critical Wine e poi La Terra Trema ed Enotica hanno iniziato a mettere in movimento da diversi anni.

Book Pride quindi ospiterà un’enoteca autogestita da alcuni dei vignaioli italiani – veri poeti della terra – che hanno contrastato l’agroindustria e l’omologazione del gusto contribuendo a diffondere i saperi e le pratiche agricole della nuova contadinità. Una contadinità che si sottrae all’agrochimica, che per sopravvivere deve costruire un’alternativa alla grande distribuzione, che spezza l’antagonismo città-campagna, che nell’indipendenza costruisce i propri campi di esistenza e di resistenza. Assieme ai vini potrete trovare dei “conforti morali” ovvero ottimo cibo diverso, e indipendente.

Essere indipendenti e diversi è uno stile così la fiera è totalmente ad ingresso gratuito.

Su www.bookpride.it potete trovare tutti i dettagli e le informazioni che desiderate, come sapere e scoprire quando e a che ora potrete incontrare Nanni Balestrini, Franco Berardi “Bifo”, Wu Ming 1 (Roberto Bui), Marc Augé, Luisa Muraro e tante/i altri autori e autrici.

10987454_1532485260350484_373091649989131950_n