MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

femminismo

Appello della Articolazione Femminista Nicaraguense alla solidarietà internazionale femminista

bee | martedì 26 giugno 2018
              

Appello della Articolazione Femminista Nicaraguense alla solidarietà internazionale femminista

Care compagne:

Abbiamo ricevuto con affetto tutte le espressioni di solidarietà che ci giungono da collettivi e movimenti femministi nei diversi territori. Sentiamo il vostro sostegno, preoccupazione e sorellanza in questi mesi di aggressione e repressione di Stato in cui sta vivendo la popolazione nicaraguense.

Noi, che abbiamo partecipato alla lotta per rovesciare la dittatura di Somoza, che abbiamo partecipato alla Rivoluzione Popolare Sandinista, che siamo nate durante o dopo la Rivoluzione e che facciamo parte dell’ Articolazione Femminista Nicaraguense, facciamo appello alla solidarietà internazionale per denunciare i continui crimini e gli attacchi che stiamo vivendo nel nostro paese da parte delle forze repressive dello Stato, tanto della polizia nazionale quanto dei gruppi armati paramilitari, agli ordini di Daniel Ortega e Rosario Murillo.

Come femministe nicaraguensi abbiamo denunciato sin dal primo momento il carattere repressivo e totalitario del governo guidato da Ortega, che nel 1998 è stato denunciato per violenza sessuale dalla figliastra, Zoila América Narváez, figlia di sua moglie, Rosario Murillo, donna che più tardi è stata nominata vice presidente. Noi femministe abbiamo evidenziato l'impunità rappresentata da Daniel Ortega, immagine della mancanza di giustizia per le donne nel nostro paese.

Anni dopo, nel 2006, abbiamo anche denunciato l'alleanza tra il partito del FSLN, guidato da Ortega, i partiti conservatori e le gerarchie delle chiese, nel penalizzare l'aborto in qualsiasi circostanza. Per anni, il governo di Ortega ha intrapreso una campagna di discredito e persecuzione contro le componenti del movimento femminista, strategie che sono state estese al movimento contadino contro la costruzione del canale interoceanico dal 2014 e a tutte le voci critiche nei confronti del governo.

Dal 18 aprile, la brutale risposta del regime di Daniel Ortega ai giovani che hanno protestato contro le riforme del sistema pensionistico, ha scatenato proteste a livello nazionale che sono state represse con gas lacrimogeni, proiettili di gomma e proiettili di piombo da parte della polizia nazionale e dei gruppi armati di para militari
Da più di due mesi in Nicaragua viviamo in uno stato di terrore che ha causato la morte di oltre 200 persone, circa duemila persone sono state ferite con armi da fuoco, bruciate, torturate, dozzine di persone sono state imprigionate ingiustamente, più di 50 persone scomparse, inoltre ci sono state campagne di minacce, molestie e discredito contro le difensore e i difensori dei diritti umani.

Dall'aprile 2018 durante la repressione molte donne sono state rapite, violentate, torturate e vivono sotto minaccia nei loro quartieri e comunità. Anche noi femministe abbiamo ricevuto minacce dirette che abbiamo registrato durante l'iniziativa  Nicaraguense delle Difensore dei Diritti Umani delle donne.



Apprezziamo le espressioni di solidarietà che abbiamo ricevuto da reti e organizzazioni femministe e allo stesso tempo chiediamo di esprimere pubblicamente la loro solidarietà con l'Articolazione Femminista Nicaraguense e con il popolo del Nicaragua, che da più di 60 giorni resiste agli attacchi del regime di Ortega.

Di fronte a questa situazione di violenza, la più brutale nella storia degli ultimi decenni in Nicaragua, le femministe nicaraguensi facciamo appello alla solidarietà internazionale e chiediamo di:

- Riunirsi fuori dalle ambasciate e dai consolati del Nicaragua il prossimo 30 giugno, denunciando i crimini commessi dal regime di Ortega.

- Scrivere lettere e inviarle alle Ambasciate, Consolati e / o altri uffici del Governo del Nicaragua presenti nei vostri paesi.

- Chiedere ai vostri governi che si pronuncino pubblicamente condannando la violenza guidata dalla polizia nazionale e dai gruppi paramilitari contro la popolazione disarmata.

- Manifestare attraverso comunicati, dichiarazioni, articoli e altri canali di divulgazione la vostra condanna agli attacchi che la popolazione del Nicaragua sta vivendo.

- Diffondere informazioni su ciò che sta accadendo in Nicaragua, aiutando a rompere l'isolamento mediatico e il silenzio assordante sullo stato di terrore in cui stiamo vivendo.

- Coordinare con altri movimenti sociali e politici per coinvolgerli nella questione e rafforzare la pressione internazionale.

L' Articolazione Femminista del Nicaragua ringrazia ogni dimostrazione di solidarietà e sostegno che abbiamo ricevuto da voi. Ogni messaggio di testo, articolo, manifestazione, ogni messaggio di affetto e incoraggiamento ci ha dato la forza per continuare questa lotta per la giustizia e la democratizzazione del nostro Nicaragua.

Speriamo vi giungano i nostri abbracci e la nostra gratitudine.

Articolazione femminista del Nicaragua

Per scrivere lettere ed email qui in Italia potete usare i seguenti indirizzi

Ambasciata Nicaragua                                                  
Via Ruffini 2/A – 00195                                                  
ROMA    
embanicitalia@cancilleria.gob.ni 

Consolato Nicaragua
Via Umberto Masotto 21 – 20133
MILANO                                                                        

embanicitalia@cancilleria.gob.ni