MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Comix

Apocalypse pending

| venerdì 13 aprile 2012

Una fulminante sorta di haiku sotto forma di comics, è difficile trovare una definizione per questa ministoria creata da Akab, artista milanese fondatore dello shok studio e gran lettore di milanox.

Un uomo, una fermata della metro, una situazione comune nella vita degli abitanti della metropoli.
oltre a questi scarni elementi abbiamo fatto alcune domande ad Akab per indagare meglio il suo rapporto con l’azienda per il trasporto pubblico milanese e tutto quello che ne consegue.

ecco l’intervista:

Milanox: qual’è il tuo rapporto con i mezzi pubblici, se li usi, in particolare la metropolitana ti provoca disagio?

Akab: credo tu sappia benissimo che non ho la patente. quindi tendenzialmente cerco di muovermi il meno possibile.
per raggiungere i puscher però uso la metro.

Milanox: questa storia ti è venuta in mente mentre aspettavi la gialla?

Akab: all’inizio leggevo. poi ho iniziato a guardarli. ed è uno spettacolo molto ben costruito.
intanto le donne. tutte. impiegate.maestre.liceali.giapponesi. mi piace guardarle e pensare alla loro vita sessuale. e poi i gruppetti.
quelli che parlano che tu li puoi sentire. in genere la voce di dio passa inconsapevolmente dalle loro bocche.

Milanox: com’è il tuo rapporto con i cartelloni pubblicitari della metro?

Akab: i cartelloni li guardo cercando di capire cosa vogliano dirmi al di là di quello che c’è scritto.dio è anche lì.

Milanox: l’apocalisse sta arrivando?

Akab: l’apocalisse mi interessa meno del fenomeno dell’attesa. non credo ci sarà l’armagedeon. ma sono sicuro che siamo tutti in apnea.

 

Per maggiori informazioni, e per farvi spiegare come fare a trovare la voce di dio andate qui e chiedeteglielo,
forse vi risponderà e comunque troverete sempre cose interessanti.
.