MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Generazione (A)

A Milano l’Università Chiusa Tre Giorni per Impedire l’Assemblea #NoExpo #MayDay

| venerdì 16 gennaio 2015

statale3

UPDATE – l’assemblea nazionale noexpo mayday si terrà sabato h15 in v mascagni 6 all’ex sede ANPI (è vicino M1 San Babila)

Nei giorni di #JesuisCharlie e della difesa della libertà di parola, a Milano viene chiusa l’Università Statale per impedire un’assemblea. “Questioni di ordine pubblico” la motivazione ufficiale. Il timore che venisse occupata un’aula. Panico, effettivamente una cosa mai vista in università: l’occupazione di un’aula, questa sconosciuta. Sullo spazio pubblico per definizione, l’Università, cala una pesante cappa autoritaria.
E succede se l’assemblea in questione è quella della rete Attitudine No Expo: il rettore Luca Vago ha evidentemente voluto impedire che l’Università venisse associata alle parole e ai temi “No Expo”. In questi anni gli atenei milanesi hanno lasciato da parte la loro funzione critica e di studio che potevano esercitare sull’esposizione universale milanese, per diventare una sorta di agenzia di lavoro gratuito per Expo.
Un’assemblea importante quella che si sarebbe dovuta svolgere sabato 17, per discutere delle nocività e criticità di Expo 2015 e organizzare la giornata del primo maggio milanese 2015: la MayDay amata da migliaia di giovani precari/e, quest’anno nel giorno di apertura dell’Esposizione della precarietà.

Ora dalla rete No Expo stanno pensando a un piano B, l’assemblea nazionale è confermata: “che sia un luogo altrettanto pubblico, una piazza, oppure un’altra sede universitaria di cui la città è ricca”.
Gli attivisti raccontano che la Statale aveva chiesto loro “oltre mille euro per un’aula il sabato pomeriggio, negandoci possibili mediazioni su altre sedi, per poi passare la palla a Questura e Prefettura”. Trasformando così la richiesta di un aula per un’assemblea in questione di ordine pubblico.

Questa mattina chi è arrivato in via Festa del Perdono ha trovato le porte chiuse e questo cartello: “Università chiusa per motivi di sicurezza dal 16 al 18 gennaio 2014”. Si esatto, 2014…

statale1

Studenti, docenti e lavoratori dell’ateneo non erano stati avvisati, sui loro volti lo stupore di vedere l’Università chiusa per “motivi di ordine pubblico”. Il pensiero corre subito ad altri motivi di ordine pubblico in questi giorni in cui si parla tanto di terrorismo e rischio attentati.
Invece no, il timore del rettore Luca Vago e del prefetto di Milano era che venisse occupata un aula dai No Expo. E per evitarlo hanno disposto la chiusura per tre giorni.
I lavoratori sono stati rimandati a casa con giornata di lavoro pagata.

Già per questa sera era stato annunciato uno spettacolo teatrale e musicale dal titolo: “Saperi e valori per tutti”.
Qui il programma previsto di questa prima assemblea nazionale No Expo.