MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Smogville

300 Profughi all'Edilizia Comunale? Il Comune Smentisce

| martedì 23 giugno 2015

Pirelli39TuttoPalazzo
300 profughi sono attesi negli ex uffici dell’edilizia comunale in via Pirelli 39, da poco liberati dai dipendenti dopo 3 anni di battaglie contro le nocività e la presenza di amianto.
Secondo notizie non confermate ufficialmente dal Comune, saranno sistemati al primo piano del corpo alto dell’edificio, con gli ascensori in funzione e un servizio di guardiania 24 ore al giorno. La porta di ingresso sarà spostata in piazza Einaudi di fronte alla sede della Telecom dove saranno posizionate delle docce e uno spazio nel verde per i bimbi.
La notizia circola da una settimana tra gli ex dipendenti di via Pirelli 39 recentemente spostati in sedi e spazi (Via Bernina 12, Via Edolo, via Pirelli 30, Cimitero Monumentale, Via Cenisio) che presentano tante criticità da aver indotto alcuni sindacati a presentare ben 3 esposti in procura. Dagli allagamenti, alle mancate disinfestazioni dagli scarafaggi, dagli spazi esigui alla carenze delle misure di sicurezza: un insieme di problemi che hanno indotto alcuni sindacalisti a proclamare una assemblea per domani mercoledì 24 giugno, annullata dai Dirigenti perchè ‘mancanza di spazi utili all’assemblea’ nell’edificio. A destare sconcerto tra i dipendenti sono i ritardi sulle operazioni di ristrutturazione di Pirelli 39, palazzo di proprietà comunale, progetto suddiviso in due parti da MM spa per un ammontare di 40 milioni: parte per la bonifica dell’amianto e parte per la risistemazione degli spazi interni e degli impianti. Per sistemare oltre 700 dipendenti l’amministrazione aveva scelto di affittare un palazzo della BNP Paribas, in via Bernina, intaccando il fondo di riserva del bilancio comunale. Edificio che costa ai contribuenti ben 3 milioni di euro l’anno.

Nel pomeriggio il Comune di Milano ha smentito questa ipotesi: “E’ totalmente priva di fondamento la notizia, diffusa oggi da alcuni rappresentanti sindacali, relativa ad un presunto piano per l’utilizzo dell’immobile comunale di via Pirelli 39 (ex sede degli assessorati all’Urbanistica e ai Lavori pubblici) per l’accoglienza temporanea dei profughi. Come noto quell’immobile è destinato ad una profonda opera di riqualificazione, per il quale è stato appena approvato il progetto per la bonifica dall’amianto”.