MilanoX

News & Eventi Eretici

Tweet storm

Loading...

Generazione (A)

#14N in Europa: Sindacati, Studenti, Precari/e fanno #eurostrike

| martedì 13 novembre 2012

Domani sarà una giornata importante. Per la prima volta c’è qualcosa che assomiglia a uno sciopero generale europeo. Lanciato dai sindacati confederali da Bruxelles (anche se in Italia solo la CGIL ha raccolto), il 14 novembre è stato presto occupato dall’indignazione contro l’austerità che divampa da Lisbona ad Atene.

Si tratta della prima protesta paneuropea contro il rigore finanziario di Merkel, Monti, Draghi & C. Riguarda quindi soprattutto i PIIGS (stranamente noi mediterranei dimentichiamo che anche i celtici irlandesi stanno sputando sangue in nome della Troika) che soffrono più di tutti le conseguenze dei tagli alla spesa pubblica e dell’enorme crescita della disoccupazione giovanile: Grecia, Portogallo, Spagna, Italia, ma anche Francia, Belgio e persino nell’euroscettica Gran Bretagna, dove i NEET (not in employment, education or training) stanno crescendo a dismisura in conseguenza della medesima politica conservatrice vigente sul Continente: più tagli, più crisi, più austerity, più disoccupazione e via con un altro giro della giostra del salasso spacciato per cura. Se l’unione fiscale significa pareggio di bilancio sempre, allora meglio di no, perché va contro la tesi centrale di Keyneas l’austerity si fa quando c’è un boom, non quando c’è una depressione.

Facciamo una sequenza ipotetica della giornata del #14n se potessimo viaggiare coi voli low-cost a nastro (che tanti danni causano all’atmosfera) nei luoghi caldi d’europa. A Milano saremo con gli studenti in Piazza Castello. Il movimento studentesco è completamente riunificato dopo anni di scazzi vari, dopo lo sgombero del Lambretta a opera del Questore Savina e le cariche contro il Cantiere a Palazzo Marino. Vedrete sarà una mattinata arrabbiata come poche. Quindi prendiamo un aereo per Parigi da Malpensa dove da Montparnasse alle 14 partirà il corteo di autonomi e CGT. L’altro sindacato la CFDT manifesta contro le politiche UE ma non contro il governo Hollande. Finito il pomeriggio a Place République, ce ne andiamo quindi a Orly a prendere un altro volo per Madrid, dove alle 19:30 il movimento indignado 15-M ha convocato un secondo enorme assedio di Governo e Parlamento, come quello di fine settembre (dove Rajoy sparò pallottole di gomme sui dimostranti senza riuscire a disperdere l’assedio). Sarà una bella notte indignada nella città che è la culla del dissenso europeo contro l’austerità mortifera insieme ad Atene.

Seguiteci domani per live updates da Milano e il resto d’Europa sul #14n. Dall’America giungono forti e chiari gli appelli di solidarietà del movimento Occupy nella comune lotta contro il neoliberismo dell’oligarchia finanziaria. Intanto guardatevi il video qui sopra che la nostra Antonella con Giaime ha realizzato per MilanoX.

PEOPLE OF EUROPE, RISE UP! WE ARE THE 99%: THE EUROCRACY IS NOTHING, WE SHALL BE ALL